Real Madrid: via Ancelotti, a giugno tocca a Zidane

Di divorzio si parla da tempo, ma dopo l’eliminazione del Real Madrid per mano della Juventus in Spagna sono sicuri: Carlo Ancelotti non rimarrà ancora sulla panchina delle Merengues. L’allenatore che ha portato a Madrid la tanto attesa ‘Decima’ Champions League, riceverà il benservito al termine di una stagione che si concluderà con ogni probabilità con zero titoli. Al suo posto, sarebbe stato designato Zinedine Zidane, attualmente allenatore del Real Madrid B Castilla, la seconda squadra dei ‘Blancos’ che milita nella corrispondente della nostra Lega Pro.

Lo spogliatoio del Real è in fibrillazione da mesi e la dirigenza Merengue seppur dribblando pubblicamente l’argomento, pare non essere più soddisfatta dell’operato di Ancelotti. Il suo sostituto è stato “coltivato” in casa: Florentino Perez non vede l’ora di affidare la panchina a Zidane, che da qualche tempo ha anche il patentino Uefa. Più staccati gli altri pretendenti, nomi comunque tutt’altro che di secondo piano: Jurgen Klopp, Rafa Benitez e Roberto Mancini.

France v Brazil - International Friendly

Cosa farà Ancelotti?

Carlo Ancelotti, che avrebbe in teoria un altro anno di contratto con il Real, sembra destinato al Manchester City, che nel frattempo saluterà Pellegrini. Attenzione, però, al possibile ritorno in Italia: nelle passate settimane si è parlato del tecnico come sostituto ideale di Filippo Inzaghi sulla panchina del Milan, ma anche la Roma ci avrebbe fatto un pensierino, visto che Rudi Garcia potrebbe chiudere in anticipo la sua esperienza giallorossa per divergenze con la dirigenza.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail