La Fiorentina porta Salah in tribunale: "Patetici"

;

Tra la Fiorentina e Mohamed Salah è finita e nel peggiore dei modi: la società viola ha convocato il centravanti per il ritiro estivo, ma il giocatore di proprietà del Chelsea si è reso irreperibile. In questi giorni il suo nome è stato al centro di diverse indiscrezioni di mercato: Salah piace praticamente a tutti, da Inter e Juventus, passando per Milan e Roma. La Fiorentina lo aveva prelevato lo scorso anno dal Chelsea con la formula del prestito rinnovabile di un ulteriore anno, purché fosse il giocatore a dire sì.

A quanto pare, però, Salah non ha alcuna intenzione di prolungare con i viola, che gli avrebbero addirittura proposto un contratto con stipendio maggiorato. Ecco il comunicato ufficiale diramato dalla dirigenza della Fiorentina:

"Il calciatore, tramite il suo rappresentante, ha rifiutato la proposta migliorativa del proprio contratto e ha addirittura manifestato l'intenzione di essere trasferito in altro club e non rispondere alla convocazione che gli era stata già inoltrata. E' stato dato mandato ai nostri legali di valutare le azioni necessarie per la tutela dei diritti della società".

Mohamed Salah rompe con la Fiorentina

Insomma, il prossimo club che otterrà il cartellino di Salah, rischia di vederselo sottrarre da un tribunale, poiché è ai giudici che la Fiorentina si rivolgerà con ogni probabilità nelle prossime ore. Per nulla intimorito, l'avvocato Ramy Abbas, che è a capo dell’entourage del giocatore, ha replicato nel giro di poche ore al comunicato viola, in modo altrettanto duro:

"Precisiamo, in risposta al comunicato del club viola, che al momento Salah è un giocatore del Chelsea. Abbiamo usato il documento stipulato tra le parti a gennaio che è molto chiaro, cristallino, ed è spiacevole che la Fiorentina stia ora parlando di precedimenti legali. E' molto triste vedere un grande club come la Fiorentina effettuare simili, patetici tentativi, per rinnegare i propri accordi e i proprio obblighi contrattuali scritti. A Salah piacerebbe giocare per un club con differenti valori morali e professionali".

Con questi presupposti, le possibilità che la frattura si ricomponga sono praticamente a zero.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail