Recoba è in Grecia: il Panionios nel suo futuro


Alvaro Recoba, talento cristallino e mancino purissimo, è da oggi un giocatore del Panionios, il club ateniese (precisamente di Nuova Smirne) che gioca nella massima serie ellenica e che ha come principale rivale il Panathinaikos. Il Chino ha firmato un contratto biennale col club rossoblu allenato dal tedesco Ewald Lienen, guadagnerà poco più di un milione di euro netto all'anno e lascia così l'Italia dopo 11 anni di alti e bassi. Pupillo indiscusso di Massimo Moratti, ha associato le sue alterne fortune alla maglia dell'Inter, salvo fugaci apparizioni a Venezia e, la scorsa stagione, al Torino.

Con la maglia nerazzurra Recoba sbalordì tutti al suo esordio, il 31 agosto del 1997, quando siglò una stupenda doppietta contro il Brescia. Da allora più di 50 gol col club meneghino, spalmati in circa 170 presenze: alcune delle sue reti sono rimaste indelebili nell'immaginario dei calciofili italiani, come quella rifilata a Roccati dell'Empoli praticamente da centrocampo. Ma l'uruguayano ha strabiliato anche in Laguna, col Venezia di Zamparini che si salvò nel '99 grazie anche e soprattutto alle sue giocate; l'anno passato il Toro, solo 3 gol e lunghi periodi di latitanza.

Quest'estate non ha rinnovato con l'Inter, il club di Via Durini l'ha lasciato andare dopo 11 anni strani e non sempre vissuti al massimo, per colpa spesso anche di Recoba stesso. Cercato in Sudamerica e in Inghilterra (il Blackburn pareva davvero interessato), alla fine il Chino ha ascoltato le parole dell'ex compagno di squadra Lampros Choutos, meteora italiana ma stellina del Panionios. Per lui solo partite di campionato, dacché gli ateniesi hanno abbandonato l'Europa più di un mese fa in Intertoto, caduti per opera del Napoli di Reja. Chissà cosa combinerà in Grecia quel geniaccio un po' folle di Recoba...

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: