Roma: cinque giocatori rispediti indietro dall'Indonesia

Disavventura per la Roma dopo essere sbarcata a Giacarta, in Indonesia, dove domani i giallorossi si esibiranno in un match davanti a circa 80mila persone. Le autorità locali hanno negato il visto a cinque giocatori, che sono stati dunque costretti a rientrare a Roma: si tratta di Ibarbo, Ljajic, Gervinho, Doumbia e Sanabria, per i quali la dirigenza giallorossa sostiene di aver inviato per tempo la dovuta documentazione. Nonostante ciò dunque, appena sbarcati all’aeroporto indonesiano, i cinque giocatori sono stati bloccati alla dogana e poiché non è stato possibile individuare una soluzione alla questione, le autorità locali sono state costrette al rimpatrio.

La società della Roma, ha così rinviato di tre ore la conferenza stampa del Ceo Italo Zanzi e del centrocampista Radja Nainggolan. L’evento è stato vicinissimo alla cancellazione, ma poi si è regolarmente tenuta seppur con 180 minuti di ritardo. Quanto alla posizione dei cinque calciatori rispediti in Italia, lo stesso Zanzi si è espresso in questi termini:

"Siamo dispiaciuti per la situazione dei nostri cinque giocatori, avevamo fatto tutto il necessario, ma l'esperienza qui sarà positiva. Sinceramente l'accoglienza che abbiamo ricevuto dai fan è la migliore che abbia mai visto".

Secondo quanto riferisce il ‘Corriere dello Sport’, i calciatori della Roma che sono riusciti ad entrare in Indonesia, si sono recati in albergo, ma l’umore non sarebbe dei migliori: il quotidiano parla di giocatori “provati, stanchi, un po’ tesi”. Insomma, il fuoriprogramma ha reso un po’ più pesante la trasferta della Roma, che servirà però tanto a promuovere il marchio capitolino dalle parti dell’Indonesia.

Gervinho (Roma)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail