Leonardo tranquillizza i tifosi milanisti e smentisce la crisi di Pato



Il Milan ha iniziato il suo campionato riprendendo lo sfortunato trend della scorsa stagione, quello della maledizione di San Siro. Ma non è questa l'unica preoccupazione che assilla i rossoneri, perché in casa c'è anche un altro problemino che col tempo potrebbe diventare di maggiore entità anche se per il momento tutti si prodigano per sminuirne l'importanza: lo strano momento che sta vivendo il "papero", Alexandre Pato, che sembra essere un'ombra del giocatore ammirato nella scorsa stagione.

Il giovane brasiliano non è più lo stesso, sembra smarrito, come se non bastasse ha preso anche qualche chiletto ed è stato snobbato da Carlos Dunga che non lo ha convocato per le partite di qualificazione dei verdeoro. Da Milan Lab si sono affrettati a tranquillizzare tutti escludendo qualsiasi problema fisico, l'attaccante però è finito in panchina alla prima di campionato e con la forte concorrenza interna di quest'anno dovrà darsi una svegliata se vuole conquistare un posto da titolare nell'affollato reparto avanzato milanista.

Intanto il clan brasiliano di stanza a Milanello ha fatto quadrato intorno al ragazzino e un po' tutti hanno provato a gettare acqua sul fuoco. Leonardo è sicuro del suo valore e suggerisce che magari il problema potrebbe essere legato alla sua relativa inesperienza dovuta alla giovane età, il giocatore deve capire che per durare a lungo in Italia bisogna sudare tutti i giorni in allenamento. Inoltre non si dice preoccupato della presenza di altri forti attaccanti convinto com'è che alla fine Pato riuscirà a diventare protagonista, come la scorsa stagione in cui segnò nove reti in 18 partite.

Una lancia in suo favore la spezza anche Emerson, il vecchio connazionale se la prende anch'esso con l'età, 19 anni appena compiuti, e con i problemi che un trasferimento senza famiglia in un paese straniero può creare. Aspettare, questa è la parola magica, se si avrà pazienza a sufficienza il futuro del brasiliano coinciderà con quello del Milan e sarà radioso. Ovviamente questo se lo augurano un po' tutti, dai tifosi fino a Adriano Galliani, Silvio Berlusconi e Carlo Ancelotti.

  • shares
  • Mail
29 commenti Aggiorna
Ordina: