Lazio, Biglia nuovo Capitano. Candreva si arrabbia e rifiuta il ruolo di 'vice'

gettyimages-464120502.jpg

Stefano Pioli ha scelto il nuovo capitano della Lazio, chiamato a raccogliere l'eredità di Stefano Mauri. Il tecnico ha deciso di consegnare la fascia all'argentino Lucas Biglia, sicuramente un giocatore di grande personalità, che però veste la maglia biancoceleste da sole due stagioni. La decisione di Pioli ha sorpreso molti nello spogliatoio. Rispettando il criterio di "anzianità" il prescelto sarebbe dovuto essere Stefan Radu, arrivato a Roma 7 anni e mezzo fa.

Anche giocatori come Marchetti, Lulic e Klose potevano legittimamente ambire ad indossare la fascia, essendo tutti importanti nello spogliatoio, arrivati nella capitale nell'estate 2011. Quello che c'è rimasto particolarmente male è stato però Antonio Candreva, diventato laziale nel gennaio 2012 e da allora titolare fisso nell'11 biancoceleste. Candreva ha vissuto momenti difficili all'inizio della sua avventura laziale per quel suo passato da tifoso romanista, riuscendo comunque in breve tempo a conquistare la Curva Nord a suon di gol ed assist.

Pioli aveva pensato proprio a lui per il ruolo di vice-capitano, proposta che però è stata rifiutata dal giocatore. Questa mattina è arrivata la conferma da parte dell'agente di Candreva, Federico Pastorello, che ha rilasciato un'intervista al Corriere dello Sport, confermando la delusione del suo assistito:

"Considerando il percorso di Antonio, pensavo meritasse un riconoscimento e considerazione diversa da parte dell’allenatore. C’è rimasto male. Non è mancanza di rispetto nei confronti di Biglia e dei compagni. Credo che il capitano non sia solo una questione di spogliatoio, ma identifica e rappresenta una città, una tifoseria. Come rappresentatività, ha dimostrato abbastanza in questi tre anni e mezzo. Pioli ha scelto in altro modo, Candreva ci teneva, continuerà il suo percorso come ha sempre fatto, ma certo non possiamo nascondere ci sia una profonda delusione".

Pastorello ha tenuto a sottolineare che il suo assistito ha scelto di legarsi sempre di più alla Lazio in questi anni, rinunciando anche a qualche offerta importante: "Ogni estate ci sono quattro o cinque club che chiedono Candreva, anche un’importante società già iscritta alla Champions, ma neppure è stato fissato un appuntamento".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail