Maledizione Italia: si ferma anche Legrottaglie


Si allunga ancora la striscia degli infortunati per la nazionale di Marcello Lippi impegnata nelle prime due gare di qualificazione ai Mondiali 2010. Dopo le defezioni di Amelia, Del Piero, Gamberini, Grosso e Gattuso questa mattina ha accusato un fastidio muscolare anche Nicola Legrottaglie, il difensore della Juventus destinato a giocare dal primo minuto la partita di stasera ad Udine con la Georgia.

In queste ore Legrottaglie si sta sottoponendo agli accertamenti medici che dovranno stabilire l'entità dell'infortunio: non si esclude del tutto la possibilità di mandarlo ugualmente in campo, saranno decisivi proprio i responsi di questi esami. Manca la certezza, ma con tutta probabilità il difensore juventino potrebbe essere quindi l'ultima vittima della serie di infortuni che hanno falcidiato l'Italia in questi pochissimi giorni.

Non si tratta di un segnale che sono ancora molti i calciatori a non essere pronti dopo la preparazione estiva, quanto piuttosto di pura sfortuna con semplici scontri di gioco che hanno conseguenze gravi (è il caso di Gamberini e Grosso) e cadute "fantozziane" in allenamento. Chiedere al polso di Gattuso per informazioni.

Intanto Legrottaglie è autorizzato ad incrociare le dite sperando in un malanno che non gli impedisca di giocare proprio ora che il C.T. Lippi gli stava per concedere la possibilità di confermare in Nazionale a distanza di 6 anni dall'esordio in azzurro (datato 20 Novembre 2002) quando di buono fatto con la Juventus nella precedente stagione.

In assenza dovremmo rivedere in campo la traballante coppia Cannavaro - Barzagli che aveva fatto tremare più di una volta gli italiani durante il match di sabato contro Cipro.

  • shares
  • Mail
96 commenti Aggiorna
Ordina: