Il West Ham ha scelto: Gianfranco Zola per tre anni


E' stato presentato oggi ufficialmente, con tanto di conferenza stampa in diretta, Gianfranco Zola, nuovo allenatore del West Ham United, squadra londinese che può vantare una storica rivalità proprio con il Chelsea, il team della Premier League nel quale Zola conquistò la fama, il titolo di miglior giocatore del campionato e l'onorificenza di Ufficiale dell'Ordine dell'Impero Britannico, la più importante che possa essere concessa ad un cittadino straniero.

Proprio grazie alla stima di cui gode nel calcio inglese Zola è riuscito ad ottenere un contratto faraonico: 15 mln di euro per tre anni. Incredibile considerando l'esperienza da allenatore di "Magic Box", come era stato soprannominato durante l'esperienza londinese di qualche anno fa, che può vantare il solo incarico precedente sulla panchina dell'Italia Under 21 come vice di Pierluigi Casiraghi. L'ex numero 10 di Napoli, Parma e Cagliari in Italia ha vinto la concorrenza di grossi nomi. Fra i candidati a succedere ad Alan Curbishley c'erano allenatori del calibro di Slaven Bilic e Roberto Donadoni.

Per il fantasista sardo è una grandissima occasione, di quelle uniche che nella sua carriera è sempre riuscito a sfruttare al meglio. La sua filosofia di calcio? L'attacco, consapevole del prestigio della squadra che gli è stata affidata. Il giocatore più contento del suo arrivo sulla panchina? Sicuramente David Di Michele, attaccante del Torino in prestito proprio agli Hammers. Vedremo come andrà a finire questa sua avventura, dopo il continua le sue prime parole da Manager del West Ham.

Il gioco che cercherà di dare alla squadra:

La mia filosofia è quella di giocare all'attacco, proporre sempre un calcio propositivo, utilizzando i giocatori di talento. Non c'è bisogno dell'autorità nel calcio, se ci sarà da arrabbiarsi non mi tirerò indietro, ma credo che sia più importante far capire ai giocatori quale sia la soluzione migliore. Voglio che i giocatori si divertano quando giocano. Solo così possono regalare gioia agli spettatori

I suoi trascorsi nei blues del Chelsea:

Ho trascorso anni meravigliosi al Chelsea, che non dimenticherò mai. Ora però si tratta di un'esperienza diversa. Adesso faccio l'allenatore e farò tutto quello che posso. Sono molto felice, è un grande onore essere qui, per me è un lavoro molto importante, darò tutto me stesso per il bene di questo club.

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: