Vidal, Beckenbauer attacca: "Non corre", Guardiola replica

Arturo Vidal nel mirino del presidente onorario del Bayern Monaco: Franz Beckenbauer ha attaccato il centrocampista cileno, accusandolo di scarso impegno. Non c’è pace, dunque, per l’ex Juve, che di recente è stato al centro di alcune polemiche per aver lasciato anzitempo il ritiro della nazionale cilena: a dire il vero, Vidal aveva un motivo più che valido, ossia l’inizio delle cure per il proprio figlio seriamente ammalato. Ora, però, le bordate del presidente onorario del Bayern, che non potranno passare inosservate e che hanno subito scatenato la reazione del tecnico Pep Guardiola.

"Non ci servono giocatori che non si muovono in mezzo al campo - ha detto ‘Kaiser’ Franz - , non è quello che ci aspettiamo da Vidal".

Insomma, Vidal non si impegnerebbe abbastanza, o comunque non lo farebbe per quanto è stato pagato (circa 40 milioni) e per le stipendio che percepisce (oltre 6 milioni l’anno).

"Vidal può giocare molto meglio. Si possono sbagliare i passaggi - continua Beckenbauer - e perdere i contrasti ma l'impegno deve essere sempre massimo".

Non è d’accordo il tecnico Guardiola, che dopo un periodo di rodaggio ha cominciato ad impiegare Vidal con costanza. L’allenatore spagnolo è molto soddisfatto del lavoro che svolge il cileno, che probabilmente non si vede immediatamente durante le partite, ma che viene poi evidenziato dalle statistiche:

"Non condivido le parole del signor Beckenbauer. Vidal è un giocatore del Bayern, è stato deciso di prenderlo e sarà un giocatore importante per noi. Anche le statistiche stanno dalla sua parte, come dimostra l'ultima partita. Sono soddisfatto di lui - conclude Guardiola in conferenza stampa - a prescindere dai numeri".

Arturo Vidal

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail