Lazio: se salta Pioli tre alternative

Lazio-Genoa potrebbe essere l’ultima panchina di Stefano Pioli: l’edizione odierna de ‘Il Messaggero’, infatti, riferisce che l’allenatore dei biancocelesti sia finito inevitabilmente nel mirino dei tifosi e della dirigenza. Dopo l’eliminazione nei preliminari di Champions League e le pesati sconfitte rimediate contro Chievo Verona e Napoli, hanno allarmato Claudio Lotito e i suoi più stretti collaboratori, poiché sembra proprio che la squadra non segua più l’allenatore. Il dato più preoccupante, è la fragilità difensiva della Lazio, che nelle prime quattro giornate ha incassato gli stessi gol del Carpi (10).

A dire il vero Pioli potrebbe avere come scusante il fatto che la rosa sia stata falcidiata dagli infortuni, ma anche gli uomini a disposizione non sembrano essere fisicamente al top. Probabilmente la preparazione impostata sulla Supercoppa italiana (persa anche quella contro la Juventus) e sui preliminari di Champions, ha condizionato il lavoro del tecnico e del suo staff, ma in società stanno facendo valutazioni in senso più ampio. Diversi calciatori che lo scorso anno erano spesso decisivi, sembra si siano definitivamente persi e alcune diatribe interne allo spogliatoio, come la questione “fascia di capitano”, hanno minato la serenità di Formello.

Claudio Lotito ha già chiamato l’allenatore e la squadra a rapporto in un vertice durato ben sette ore: contro il Genoa il presidente vuole assolutamente tre punti o comunque una prestazione degna della squadra che l’anno scorso ha chiuso il campionato al terzo posto. In caso di fallimento, Lotito starebbe scegliendo il prossimo allenatore in una rosa di tre nomi: Vincenzo Montella, Roberto Donadoni e Walter Mazzarri.

Stefano Pioli

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail