Genoa - Milan 2-0: Sculli e Milito affondano i rossoneri ultimi in classifica

Genoa - Milan 2-0

Il Milan è ormai in un tunnel senza luce. Senza gioco, senza idee e soprattutto con i suoi pezzi pregiati lontanissimi da una forma accettabile. Il Genoa dal canto suo non solo approfitta del momento nero dei diavoli ma gioca un calcio veloce e aggressivo che non lascia spazi e soprattutto la possibilità di ragionare. Ancelotti suona la carica e butta dentro dal primo minuto i tre palloni d'oro, mai scelta fu più sbagliata, con Bonera e Favalli a sorpresa in difesa. Gasperini risponde con il neo acquisto Milito davanti con a supporto gli ottimi Sculli e Gasbarroni, quest'ultimo uno dei migliori a fine partita. (Video)

Come il Bologna due settimane fa anche il Genoa inizia a ritmo altissimo, non lascia ragionare i giocatori avversari e soprattutto Pirlo e Kakà sono vittime di un pressing asfissiante e forse un po troppo falloso. La manovra dei rossoneri risulta così compassata e lenta con Ronaldinho mai in partita e uno Shevchenko che diventa sempre più un oggetto non identificato sui radar mondiali. I padroni di casa passano così in vantaggio con una splendida azione al 30' del primo tempo, pregevole palla per Milito che in area appoggia di petto per Sculli che, dimenticato da Maldini, infila l'incolpevole Abbiati. I rossoneri reagiscono solo con velleitarie conclusioni da fuori mentre il Genoa macina gioco ed esalta il Ferraris. Il primo tempo finisce con il giusto risultato, Genoa bello e concreto, Milan inesistente.

Ancelotti prova a cambiare e forse la formazione che scende in campo nella ripresa doveva essere quella titolare, fuori Ronaldinho e Shevchenko e dentro Seedorf e Borriello. I rossoneri così si svegliano, Borriello cerca in tutti i modi di farsi vedere e di tenere palla ma viene fermato più volte da un ottimo Ferrari. I rossoblu però non cedono un centimetro agli avversari, sempre ordinati e pronti a ripartire tanto da costringere Abbiati agli straordinari soprattutto sul solito Sculli. Il Milan diventa nervoso e colleziona ammonizioni, Flamini lascia il posto a Pato al 24', si prova il tutto per tutto. Il potenziale offensivo aumenta ma l'occasione per il gol, seppur colossale, è una sola e Rubinho chiude da fuoriclasse sul papero rossonero, una parata che vale come un gol e che spezza le gambe agli avversari. La squadra di Ancelotti si scopre troppo alla ricerca del gol e capitan Maldini, su un ribaltamento di fronte, atterra Milito in area al 90'. L'argentino dal dischetto non sbaglia, 2-0, il Ferraris esplode, il Milan implode, game over.

GENOA-MILAN 2-0

MARCATORI: Sculli al 30' pt; Milito su rigore al 46' st

GENOA (3-4-3): Rubinho 7; Biava 6,5, Ferrari 6,5, Criscito 6; Mesto 5,5 (Rossi 6 dal 7' st), Milanetto 5,5, Juric 6,5 (Vanden Borre 6 dal 21' st), Modesto 6,5; Sculli 6,5, Milito 7, Gasbarroni 7 (Palladino s.v. dal 40' st). (Scarpi, Sokratis, Bocchetti, Olivera). All.: Gasperini.

MILAN (4-3-2-1): Abbiati 6,5; Zambrotta 5, Bonera 5, Maldini 4,5, Favalli 4,5; Flamini 5,5 (Pato 5,5 dal 24' st), Pirlo 5,5, Ambrosini 5,5; Kakà 5,5, Ronaldinho 4 (Seedorf 5,5 dal 1' st); Shevchenko s.v. (Borriello 6,5 dal 1' st). (Dida, Kaladze, Jankulovski, Emerson). All.: Ancelotti.

ARBITRO: Rocchi di Firenze.

NOTE - Spettatori: 30.000 circa. Ammoniti: Favalli, Sculli, Zambrotta, Ambrosini per gioco scorretto, Juric per proteste

  • shares
  • Mail
46 commenti Aggiorna
Ordina: