Scontri al derby di Londra nord: arrestati 10 tifosi dell'Arsenal

Ieri sera l'Arsenal si è aggiudicato il derby contro il Tottenham, vincendo in trasferta per 2-1 grazie ad una doppietta di Flamini e approdando così al quarto turno di Coppa di Lega. La partita è però stata caratterizzata anche dalle intemperanze dei tifosi dei Gunners presenti a White Hart Lane. La sfida tra queste due squadre, il cosiddetto derby di Londra nord, è da sempre molto sentita e non è la prima volta che vengono registrati disordini. Al fischio finale dell'arbitro alcuni sostenitori hanno cominciato a devastare il settore ospiti, rimuovendo alcuni pannelli decorativi e lanciandoli nel settore sottostante. Questi episodi hanno costretto gli steward a intervenire.

Ulteriori incidenti tra tifosi rivali sono avvenuti anche al di fuori dello stadio a fine partita, con la polizia che è intervenuta per riportare la calma. In seguito a questi incidenti 10 tifosi dell'Arsenal sono stati identificati e arrestati, la società ha fatto sapere che lavorerà a fianco della polizia e del Tottenham per identificare eventuali altri responsabili. Nel frattempo la FA ha fatto sapere che l'Arsenal non pagherà per gli atti vandalici dei suoi tifosi a White Hart Lane, poiché si tratta di comportamenti criminali che non hanno niente a che vedere con il club e con il calcio. Decisione saggia, in netta controtendenza rispetto a quanto di solito accade in Italia dove regna lo spauracchio della famosa responsabilità oggettiva.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail