Fifa: Blatter ufficialmente sotto inchiesta in Svizzera

Nel giorno in cui la Fifa ha annunciato ufficialmente che i Mondiali in Qatar del 2022 si giocheranno in autunno, dalla Svizzera arriva la notizia di un procedimento penale avviato a carico di Sepp Blatter. L'ex numero uno dell'organismo internazionale del calcio sospettato di gestione fraudolenta e appropriazione indebita. Il Procuratore Generale elvetico ha fatto sapere che Blatter è stato ascoltato oggi dagli inquirenti, ed è forse questo il motivo che ha forse portato alla cancellazione della conferenza stampa che doveva tenersi al termine della riunione del comitato esecutivo a Zurigo. Sempre oggi sono state effettuate delle perquisizioni negli uffici dello svizzero, in seguito alle quali sono stati sequestrati alcuni documenti. Blatter è sospettato dalla procura svizzera (OAG) di aver stipulato un contratto con la federazione caraibica, all'epoca sotto l'egida di Jack Warner, svantaggioso e quindi contro gli interessi della Fifa di cui allora era presidente.

Sotto la lente d'ingrandimento degli inquirenti è finito poi un un pagamento da 2 milioni di franchi svizzeri (1.83 milioni di euro) finito dalle casse della Fifa sul conto del presidente Uefa Michel Platini. Tale pagamento sarebbe stato effettuato nel 2011 per un lavoro svolto dal francese tra il 1999 e il 2002. All'epoca Platini, oggi candidato a prendere il posto di Blatter, era vice presidente della federazione francese, avrebbe poi occupato lo stesso ruolo anche in seno alla Fifa, prima di diventare numero uno della Uefa nel 2007. Il francese è stato ascoltato dall'OAG come persona informata dei fatti. Nella stessa nota la procura ha poi specificato che sulla vicenda non saranno rilasciate ulteriori informazioni, poiché anche per Blatter va applicato il principio della presunzione d'innocenza.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail