Roma: Totti rischia due mesi di stop

La Roma vince contro il Carpi, ma lo stesso Rudi Garcia l’ha definita un “vittoria di Pirro”: i giallorossi hanno denotato ancora una volta limiti difensivi, concedendo un gol e un calcio di rigore agli avversari e per giunta hanno perso per infortunio alcuni calciatori importanti della rosa. L’infortunio più grave è quello di Francesco Totti: il capitano giallorosso era appena entrato in campo ed ha avuto a disposizione solo qualche minuto, giusto il tempo di propiziare il gol di Mohamed Salah. Proprio nell’azione del 4-1, Totti si è fermato in area di rigore ospite richiedendo l’intervento dei sanitari e la conseguente sostituzione: per lui si parla di lesione al flessore della gamba destra.

Oggi Totti si sottoporrà agli esami strumentali del caso e se sarà confermato la prima ipotesi, lo stop sarà di circa due mesi. Infortunio molto simile per Seydou Keita, centrocampista che però rischia al massimo un mese di cure prima di poter rientrare regolarmente in campo. Preoccupazione in casa Roma anche per le condizioni di Edin Dzeko: il centravanti bosniaco, che dopo un ottimo inizio è apparso in involuzione nelle ultime uscite, è uscito al termine del primo tempo per una distorsione al ginocchio. Il diretto interessato non sembra essere particolarmente preoccupato, ma si attende l’esito della risonanza magnetica prima di tirare il definitivo sospiro di sollievo. Non si esclude a priori, infatti, la lesione del legamento collaterale, che potrebbe tenere Dzeko lontano dai campi per 20 giorni. Di sicuro, contro il Bate Borisov nella trasferta di Champions League, Rudi Garcia dovrà inventarsi qualcosa.

Francesco Totti

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail