Juventus: molti gli acciaccati, possibile lunga pausa per Trezeguet, c'è da evitare un'operazione al tendine

Aggiornamento: La Juventus ha comunicato che David Trezeguet verrà sottoposto all'operazione al tendine d'achille la prossima settimana e dovrà restare lontano dai campi di gioco per almeno due mesi.

La Juventus, uscita vittoriosa dalla sfida con lo Zenit grazie a Del Piero, guarda con preoccupazione alla prossima partita di campionato in programma domenica a Cagliari. Si fa sempre più pesante la situazione infortunati e l'ultima pedina ad aggiungersi ad una lista decisamente lunga è David Trezeguet. Il bomber franco argentino, titolare in Champions, è in sofferenza per una fastidiosa tendinite.

L'ipotesi più pessimista (ed insieme più probabile), oltre a dare per scontata la sua assenza a Cagliari, prevede una lunga sosta di 3/4 settimane per permettere al tendine di ristabilirsi: forzare un suo impiego a questo punto rischierebbe di aggravare la situazione portando ad un'operazione e conseguenti 2 mesi di stop. Un problema in più per Ranieri che dovrà puntare su Amauri per sostituire il francese, ma non solo.

Dopo la sfida di Champions rientreranno in un turn over obbligato sia Camoranesi, da recuperare il pestone che l'ha messo fuori causa durante la partita di mercoledì, sia Del Piero, leggero stress al legamento collaterale mediale del ginocchio destro da riassorbire, sia Giorgio Chiellini. I primi due non saranno convocati per la trasferta, il difensore è rientrato in anticipo dall'infortunio patito ad agosto durante il Trofeo Berlusconi, ma non può reggere la terza partita di fila in 7 giorni, per lui si profila la panchina.

Mentre procedono i recuperi di Cristiano Zanetti, ancora in tribuna contro lo Zenit, e dell'eterno infortunato Jonathan Zebina, Ranieri sarà così costretto a schierare Mellberg-Legrottaglie in difesa e Sissoko-Marchisio a centrocampo dando un turno di riposo al danese Poulsen.

Con Amauri e Iaquinta titolari obbligati, così come contro l'Udinese domenica scorsa, si vedrà in panchina anche Sebastian Giovinco, unica alternativa offensiva per i bianconeri. In una situazione così complessa potrebbe arrivare anche il suo esordio assoluto in Serie A con la maglia della Juventus.

  • shares
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina: