Tifoso condannato a dieci anni: ferì gravemente un poliziotto durante Stella Rossa-Hajduk Kula

Qualcuno ricorderà certamente le cruente immagini del dicembre 2007 che riprendevano gli scontri tra teppisti e polizia allo stadio di Belgrado, durante il match tra Stella Rossa-Hajduk Kula.

Le riprese fecero in breve tempo il giro del mondo e colpì soprattutto la ferocia con cui un gruppetto di tifosi della Stella Rossa si accanì contro un agente in borghese (fotogallery). Al poliziotto venne lanciata una grossa torcia che gli provocò diverse ustioni dopo che i facinorosi avevano tentato di infilargliela in bocca. L'agente, insieme ad altri tre o quattro colleghi, ebbe però il sangue freddo di fronteggiare gli hooligans riuscendo addirittura ad immobilizzarne un paio.

Nebojsa Trajkovic (questo il nome del poliziotto) finì in ospedale con ustioni di primo e secondo grado in tutto il corpo, ferite e contusioni al torace e alla testa. Uros Misic, 20 anni, e' stato riconosciuto colpevole di tentato omicidio ed è stato condannato a 10 anni di carcere. La Serbia non è nuova a questi avvenimenti e dall'ottobre del 2007 il governo dello stato balcanico ha attuato una nuova e più rigida legislazione contro la violenza negli stadi. Secondo gli esperti serbi la feroce violenza degli ultras esplosa a Belgrado in quella domenica di dicembre sarebbe una delle tante rabbiose risposte al tentativo di repressione che sta attuando il governo della Serbia.


Le immagini degli scontri in Stella Rossa-Hajduk Kula








  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: