Giornata amarcord per Domizzi che oggi si troverà di fronte il suo Napoli



L'anno scorso, con la maglia del Napoli, Maurizio Domizzi era l'autore di una delle cinque reti con le quali i partenopei regolarono i bianconeri al Friuli. Il difensore romano era uno dei simboli della squadra di Reja nonché il rigorista, ruolo che gli permise di chiudere il campionato con ben nove marcature. Poi qualcosa si incrinò, qualcosa che forse esula dal mondo del calcio, e la love story si concluse. Nell'ultimo giorno del mercato estiva, dopo un'estenuante telenovela, Domizzi è diventato un giocatore dell'Udinese.

La nuova avventura lo rende felice e con ancora addosso l'euforia della sfida di UEFA contro il Borussia Dortmund parla della prossima sfida, impegnativa anche da un punto di vista emotivo, contro il Napoli. Il difensore, con il vizietto del gol, dice che anche contro i suoi compagni proverà a segnare, senza dimenticare i compiti difensivi, ma non esulterà: "Non dimenticherò mai i due anni trascorsi a Napoli. La città e la gente mi sono rimaste nel cuore. Per rispetto, non gioirò".

Le due stagioni all'ombra del Vesuvio hanno lasciato un bel ricordo nella sua memoria tanto da provare ancora affetto per la sua ex squadra e città: "Ho tifato per il Napoli quando ha affrontato la Fiorentina, sono felice che abbia battuto il Benfica. E mi spiace che domani non vengano tifosi da Napoli". Ma ora la sua squadra è l'Udinese e com'è ovvio l'obiettivo è la vittoria, non importa se di fronte c'è il suo passato.

Qualche parola la spende anche per alcuni suoi ex compagni come Lavezzi che definisce un grande, oppure Dalla Bona, Blasi, Pazienza e Savini ai quali è legato da un rapporto di amicizia molto profondo. A chi gli chiede cosa pensa invece di Pierpaolo Marino lui risponde con diplomazia, ricordano che, a parte le ultime settimane in cui voleva lasciare Napoli, con il direttore generale c'è sempre stato un rapporto di stima. Anche Edy Reja finisce nei suoi ringraziamenti, per la fiducia che gli aveva accordato e per averlo scelto come rigorista.

Un'ultima domanda piccante riguarda il portiere Iezzo, al difensore viene chiesto se firmerebbe per un pareggio con un suo gol al portiere del Napoli. Ma Domizzi da ottimo difensore stoppa l'intervistatore e si salva in corner: "A Udine giochiamo sempre per vincere".

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: