Torino-Inter 1-3: i nerazzurri sbloccano il risultato con fortuna e vincono autoritariamente



L'Inter conquista tre punti e la vetta della classifica su un campo, quello del Torino, per niente facile. La squadra di De Biasi quest'anno è partita finalmente in maniera convincente ma la forza dei nerazzurri, soprattutto all'inizio, è stata impressionante. Forza, compattezza e fantasia, queste le doti messe in mostra dagli uomini di José Mourinho, i granata però non hanno sfigurato e con un po' di fortuna in più avrebbero anche potuto riacciuffare una partita che poteva sembrare conclusa (Fotogallery).

Il tecnico portoghese ha optato per una formazione molto offensiva schierando dal primo minuto in attacco Ibrahimovic, Adriano e Mancini. D'altra parte dietro di loro c'erano tre mastini come Vieira, Cambiasso e Javier Zanetti. De Biasi non ha comunque pensato a difendersi e ha optato anche lui per un tris di uomini nel reparto avanzato composto da Rosina e Amoruso a dare sostegno a Rolando Bianchi.

I primi minuti sono di marca torinista, i granata ci provano prima con Rosina, sinistro fuori di poco, e poi con Bianchi che anticipa Materazzi di testa ma non inquadra la porta. L'equilibrio però dura poco, al 24° un redivivo Adriano serve bene Mancini che cerca la porta e trova la sfortunata deviazione di Marco Pisano, pallone in rete e Inter in vantaggio. Il Toro reagisce riversandosi in avanti ma dopo due minuti è costretto a capitolare di nuovo. Il gol capolavoro è di Maicon che dal limite dell'area indovina l'incrocio dei pali alla destra di Sereni.

Sembra andare tutto storto per il Torino, perché al 28° si fa male Rosina che è costretto così a lasciare il campo. Dopo un primo tempo in cui l'Inter ha controllato con autorità la partita De Biasi prova a cambiare le carte in tavola inserendo Simone Barone per Corini anch'esso acciaccato. Dopo soltanto sei minuti è ancora l'Inter ad andare in gol grazie ad un rapido contropiede sull'asse Maicon-Mancini chiuso in maniera impeccabile da Zlatan Ibrahimovic.

La partita di fatto potrebbe finire qui e per l'Inter in qualche modo è così. Mourinho mette in campo forze nuove inserendo Quaresma e Balotelli al posto di Adriano e Mancini. Questa mossa però non fa altro che lasciare la manovra al Torino che accorcia le distanze con Elvis Abbruscato. Nell'ultima mezz'ora l'Inter ha la colpa di tirare i remi in barca e i granata ne approfittano senza fortuna, un palo e una traversa per loro oltre ad un paio di interventi prodigiosi da parte di Julio Cesare.

A fine partita De Biasi si dice soddisfatto per la prova nonostante il risultato possa sembrare piuttosto pesante. Mourinho si congratula con la sua squadra pur riconoscendo l'aver giocato soltanto un'ora, gli ultimi trenta minuti sono infatti stati a totale appannaggio del Torino. Per la prima volta il tecnico portoghese è in testa alla classifica e al suo fianco c'è la Juventus, rivale di sempre.

TORINO-INTER 1-3 (0-2)
MARCATORI: nel pt 24° Pisano (aut.), 26° Maicon; nel st 6° Ibrahimovic, 31° Abbruscato

TORINO: Sereni, Diana, Di Loreto, Pratali, Pisano, Zanetti (20' st Ogbonna), Corini (1' st Barone), Säumel, Rosina (29' pt Abbruscato), Amoruso, Bianchi. All.: De Biasi.
INTER: Julio Cesar, Maicon, Burdisso, Materazzi, Chivu, Vieira, Cambiasso, Zanetti, Ibrahimovic (42' st Cruz), Adriano (22' st Balotelli), Mancini (19' st Quaresima). All.: Mourinho.
ARBITRO: Farina di Novi Ligure.
AMMONITI: Zanetti, Pisano, Balotelli e Pratali tutti per gioco scorretto.
SPETTATORI
: 22 mila.



Le migliori foto di Torino-Inter
















Per le foto grazie a: corrieredellosport.it, alice.it.

  • shares
  • Mail
45 commenti Aggiorna
Ordina: