Pugno all’arbitro: 5 anni di squalifica e squadra cancellata

Ancora un arbitro aggredito tra i dilettanti. È successo nel campionato di Terza Categoria, in provincia di Pavia: Francesco Ganci, calciatore del Frascatorre, nell’ultimo turno è stato prima espulso dal direttore di gara e subito dopo ha aggredito lo stesso. L’episodio è avvenuto durante la sfida contro il San Martino Siccomario ed ha costretto il giudice sportivo locale ad infliggergli una pena esemplare. Conseguenze serie anche nei confronti della sua società.

Nei confronti di Ganci, infatti, è scattata una squalifica di cinque anni, mentre la società del Frascatorre è stata esclusa dall’attuale campionato di Terza Categoria per via della recidiva: già due mesi fa, infatti, un altro calciatore della stessa compagine aveva colpito al petto un arbitro meritandosi una squalifica fino al 30 maggio del 2017. Il direttore di gara, Mirko Pelaia, 20 anni, è stato costretto a ricorrere alle cure del pronto soccorso per via dei colpi al volto ricevuti da Ganci. Vittoria a tavolino per 3-0 in favore del San Martino inoltre, e campionato di Terza Categoria sospesi per un turno. Domenica 17 aprile, dunque, in provincia di Pavia non si giocherà alcuna partita della suddetta categoria.

arbitro cartellino rosso

  • shares
  • +1
  • Mail