Spalletti: se lascia la Roma, pronta la nazionale

Luciano Spalletti potrebbe lasciare la Roma a giugno. La conferma del tecnico toscano nella capitale dipende, stando a quanto si legge su ‘Sportmediaset’, dal destino di Francesco Totti. Ieri sera il capitano è stato tra gli artefici della vittoria casalinga contro il Torino: con due gol in tre minuti, il numero 10 ha infiammato il pubblico dell’Olimpico, che ne chiede a gran voce il prolungamento di contratto. Un problema in più per Spalletti, il cui rapporto con Totti, al di là delle uscite pubbliche di facciata, non sembra avere i presupposti per un proseguimento anche l’anno prossimo.

Totti vuole giocare almeno un altro anno e avrebbe proposte dagli Usa e dagli Emirati Arabi, ma nutre ancora qualche speranza di prolungamento con i giallorossi. In questo caso, come riferisce ‘Il Messaggero’, quotidiano della capitale, cambierebbero gli scenari, con Spalletti che potrebbe lasciare Roma e la Roma dopo soli sei mesi dal suo ritorno. Il tecnico toscano ha firmato un contratto che lo lega al club capitolino fino al giugno del 2017 per 3 milioni di euro a stagione, ma la Figc di Carlo Tavecchio potrebbe proporgli la panchina della nazionale italiana.

Spalletti - nazionale

La novità delle ultime ore, dunque, è rappresentata dal fatto che Tavecchio, consapevole delle difficoltà ambientali di Spalletti, avrebbe pronta una proposta per farlo sedere sulla panchina della nazionale nel prossimo biennio, previa rescissione dalla Roma. La patata bollente, dunque, è tutta nelle mani di James Pallotta, che presto dovrà decidere se continuare con l’allenatore che ha rilanciato la squadra o se rinnovare un altro anno al capitano, prima che lo stesso diventi poi dirigente.

  • shares
  • +1
  • Mail