Marotta: "André Gomes alla Juve ci starebbe bene"

Giuseppe Marotta, direttore generale della Juventus, ha parlato ai microfoni di Mediaset Premium a pochi minuti dal fischio iniziale del match contro la Fiorentina. La Vecchia Signora è uscita dal campo vittoriosa e ora è ad un passo dallo scudetto, ragion per cui si può pensare al mercato estivo, quando i tifosi si aspettano importanti rinforzi per dare l’assalto alla Champions League il prossimo anno. Tra i nomi più caldi di giornata c’è quello di André Gomes, 22enne portoghese del Valencia:

"E' un ottimo giocatore che starebbe bene in questa rosa ma il calciatore non è nostro quindi non so se si potrà aprire una trattativa".

Dopo aver ribadito ancora una volta che il prossimo mercato bianconero sarà orientato più sulla qualità che sulla quantità, Marotta ha parlato anche degli altri nomi associati alla Vecchia Signora nei giorni scorsi:

"Pastore sarà uno degli obiettivi? Fate sempre dei nomi molti importanti - prosegue - , di giocatori che fanno al caso della Juve e dei club più prestigiosi. Il giocatore però è di proprietà del Paris Saint Germain e non so se vorranno privarsene. Il suo valore comunque è indiscutibile così come quello di Cavani".

L’obiettivo principale dei campioni d’Italia, comunque, sarà quello di resistere alle proposte allettanti che arriveranno dall’estero per i propri campioni. Solo tenendo lo zoccolo duro della rosa e ampliandolo con altri top player si potrà puntare all’’olimpo’ del calcio europeo.

"Pogba resterà? La Juventus nella storia molto raramente ha ceduto i giocatori più forti. Paul, così come Dybala, fanno parte dello zoccolo duro di questa squadra quindi non intendiamo metterli sul mercato. Noi vogliamo andare a prendere grandi giocatori ma tenendoci i nostri pezzi pregiati: cederemo solo chi ci comunicherà di volersene andare ma per il momento questo non è il caso né di Pogba né di Dybala né di tanti altri".

Giuseppe Marotta

Diverso il discorso per Juan Cuadrado: il colombiano è a Torino in prestito secco e Antonio Conte, nuovo manager del Chelsea, non sembra orientato a cederlo nuovamente.

"Innanzitutto siamo contenti per Conte, è una cosa che ci riempie d’orgoglio. Il fatto che sia approdato in un club che punterà in alto come puntiamo noi significa che lui stesso tenterà di trattenere i giocatori migliori. Cuadrado per noi è stato importante in questa stagione ma è in prestito. Noi vorremo tenercelo - ammette - ma dovremo discuterne col Chelsea e capire cosa si potrà fare".

  • shares
  • +1
  • Mail