Euro 2016: rigori possibili anche ai gironi

Euro 2016: in pochi ci hanno fatto caso anche nelle precedenti edizioni degli Europei di calcio, ma c’è la possibilità che si arrivi ai calci di rigore già durante i gironi eliminatori. Lo sottolinea il blogger Fulvio Santucci che cita l’articolo 18.02 del regolamento degli Europei: nel caso in cui due squadra arrivino alla fine del girone con lo stesso numero di punti, gli stessi gol fatti e subiti e lo scontro diretto sia terminato in parità nella terza giornata, si dovranno tirare i calci di rigore. E non è tutto: i penalty saranno necessari non solo per i primi due posti, bensì anche per definire terza e quarta posizione, considerato che anche il terzo posto vale ai fini del passaggio al turno successivo.

Il regolamento, prevede anche l’eventualità di parità tra più di due squadre: in questo caso si ricorre alla cosiddetta classifica avulsa (tiene conto differenza reti negli scontri diretti, gol segnati etc.) e al ranking Uefa. Quanto alla regola dei rigori ai gironi, fu introdotta per la prima vola nel 2004 e sembrava potesse essere adottata nel 2008 per Turchia-Repubblica Ceca, ma poi la nazionale di Fatih Terim uscì vincitrice entro il 90° scongiurando i penalty. Finora, dunque, la regola non è ancora stata applicata e chissà che non siano proprio gli Europei 2016 ad entrare nella storia proprio per questo aspetto.

Rigori - Euro 2016

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail