Atalanta, l'agente di Spinazzola: "Voleva la Juve, ma ora darà il massimo"

Il caso di Leonardo Spinazzola ha tenuto banco per tutta l'estate, ma alla fine il giocatore non è riuscito a coronare il suo sogno di tornare alla Juventus con un anno di anticipo. Il suo mancato ritorno in bianconero ha anche bloccato la cessione di Asamoah al Galatasaray, facendo così scontento anche il ghanese che cercava di rilanciare la sua carriera dopo anni di problemi fisici. A decidere il destino di entrambi è stato in prima persona Gian Piero Gasperini che punta moltissimo sul giocatore per questa stagione ricca di impegni.

Il suo agente, Davide Lippi, non ha nascosto la sua sorpresa per la decisione presa dal club nerazzurro: "Spinazzola alla Juve? Ormai non si fará. Da figlio di un allenatore non mi è capitato che un allenatore volesse tenere un giocatore che non si sentisse più a più suo agio all'interno di un gruppo. Da agente l'abbiamo gestita bene. Più che uno scontro tra Spinazzola e Atalanta c'è stato uno scontro tra Juventus e Atalanta. È normale che il ragazzo avesse l'aspirazione di tornare a casa dopo anni di girovagare".

Adesso il giocatore dovrà tornare a concentrarsi al 100% sul club bergamasco, anche se per lui non sarà facile. Secondo Davide Lippi, nonostante la delusione, Spinazzola darà il massimo come ha sempre fatto nella passata stagione: "Ci tengo a precisare che Spinazzola non ha mai saltato un allenamento. Ha saltato qualche partita ufficiale perché non si sentiva sereno. Ha rispettato i compagni e l'Atalanta. Da questa vicenda non ha vinto nessuno, siamo comunque contenti che sia stato convocato dalla Nazionale. Può capitare che la Juventus possa aver la necessità di portare a casa un giocatore nonostante lo abbia prestato per due anni ad un'altra squadra. Come sarà da domani? Si allenerà da professionista come sempre. Darà il massimo come ha sempre fatto"

  • shares
  • Mail