Nuovo stadio della Roma: il ministro Lotti sblocca tutto

Nuovo stadio della Roma: ci siamo, finalmente. A sbloccare la situazione è intervenuto il governo in prima persona, tramite il Ministero dello Sport. Il ministro Lotti avrebbe risolto con una telefonata il problema relativo al ponte di Traiano voluto fortemente dalla Regione Lazio per migliorare la viabilità e osteggiato dalla giunta Raggi. Sentito il ministro dei Trasporti, Delrio, Lotti ha concordato che il ponte sarà realizzato sbloccando definitivamente la vicenda stadio.

Un’ottima notizia per i tifosi della Roma, ma soprattutto per James Pallotta e la sua schiera di privati, che realizzeranno l’impianto e poi lo fitteranno al club giallorosso. Risolta in poche ore una difficile situazione che ormai si protraeva da troppo tempo e che ha fatto inevitabilmente dilatare i tempi di realizzazione dell’opera. La prossima settimana è previsto un nuovo aggiornamento della Conferenza dei Servizi in Regione, ma intanto l’assessore all'Urbanistica del Comune di Roma, Luca Montuori, conferma che l’intervento del Governo sia stato decisivo.

"Siamo contenti dei segnali positivi che arrivano dalla conferenza dei servizi. Ma soprattutto - continua Montuori - siamo soddisfatti dell’importante lavoro fatto in Campidoglio in questi mesi sul nuovo progetto dello stadio a Tor di Valle". Soddisfatto anche l’assessore regionale del Lazio, Michele Civita: "Molto probabilmente verrà aggiornata la conferenza per concludersi la prossima settimana. Queste riunioni servono per affrontare alcuni dei nodi critici: si sta facendo un lavoro costruttivo nell'interesse della città, della Roma e dei tifosi della Roma. Penso che la prossima riunione sarà l'ultima".

Con l’ok definitivo al progetto previsto per la prossima settimana, si potranno dare finalmente il via ai lavori a partire dal 2018 con consegna prevista per la stagione sportiva 2020-2021. James Pallotta avrà finalmente il suo stadio di proprietà a Tor di Valle e la Roma potrà usufruire di una nuova casa.

nuovo stadio della roma

  • shares
  • +1
  • Mail