Parma. Gasbarroni il primo colpo?

Andrea Gasbarroni in maglia doriana Con l’ufficializzazione dell’ingaggio di Stefano Pioli, prende finalmente il via la campagna acquisti e vendite del Parma, rimasta finora in stand-by prima per verificare le possibilità di cessione della società, quindi per l’assenza di un direttore sportivo e di un allenatore. Come anticipato, Pioli torna a Parma (dove peraltro ha sempre vissuto), in compagnia dell’allenatore in seconda Giacomo Murelli (un altro ex gialloblù), del preparatore atletico Matteo Osti e dell’allenatore dei portieri Bruno Fantini. L’arrivo di Pioli, che segue di pochi giorni la promozione di Zamagna, permette quindi di fare il punto sulle situazioni di mercato e si registra già un certo attivismo della società gialloblù, non solo in uscita come è logico, ma anche in entrata.

Naturalmente le esigenze di bilancio obbligano a una politica della “minima spesa – massima resa”, che prevede come obiettivi giocatori dagli ingaggi abbordabili, in prestito, come contropartita tecnica delle varie cessioni, o meglio ancora a parametro zero. Tuttavia i nomi che circolano sono quelli giusti, per una società che voglia puntare alla valorizzazione dei giovani e a un’altra salvezza tranquilla, ancora più semplice se la giustizia sportiva eliminerà qualcuna delle squadre che tradizionalmente terminano davanti al Parma…

Sul fronte dei rinnovi, ormai perso Paolino Cannavaro (la firma col Napoli è questione di ore), anche Luca Bucci ha seguito la strada di Fernando Couto e ha allungato di un altro anno il contratto con il Parma. Più complicata la gestione di Andrea Pisanu che, avendo il contratto in scadenza nel 2007, potrebbe essere ceduto se non si arriverà a un’intesa. La stessa cosa potrebbe capitare per gli altri contratti in scadenza tra un anno: quelli di Bresciano e Grella (che hanno fatto sapere di voler parlare del proprio futuro solo alla fine del Mondiale), di Bolaño, di Contini e di Bonera. In particolare, questi ultimi due hanno molto mercato: per Bonera si sono mosse pesantemente Inter e Fiorentina, mentre resta aperta anche la pista Liverpool, per Contini invece c’è l’interesse della Sampdoria.

In via di definizione anche l’affare Fabio Simplicio, ormai in procinto di passare al Palermo: la cessione di Grosso all’Inter potrebbe fornire a Zamparini i liquidi necessari per venire incontro alle richieste del Parma, anche se la chiave di tutto potrebbe essere Andrea Gasbarroni, quest’anno in prestito alla Samp (ma in comproprietà con la Juventus), e giudicato perfettamente in linea con il profilo richiesto per integrarsi nel Parma. Ancora giovane (classe 1981), tecnico, rapido, in grado di sdoppiarsi tra ala e seconda punta; in pratica la controfigura di Marchionni e uno dei pochi giocatori accessibili in grado di sostituirlo degnamente.

Ma anche le contropartite proposte come parziale conguaglio da Inter, Sampdoria e Fiorentina non sono trascurabili: se dai nerazzurri appare quasi scontato il rinnovo del prestito di Giovanni Pasquale (specialmente dopo l’acquisto di Grosso) e molto probabile quello del giovane difensore Andreolli, dalla Sampdoria (che ne detiene il cartellino in comproprietà col Milan) potrebbe arrivare un attaccante esterno dalle caratteristiche simili a quelle di Delvecchio come Vitalij Kutuzov, ormai più ala che punta, da sempre un pallino della società ducale e in linea per guadagni ed età; mentre dalla Fiorentina potrebbe arrivare addirittura il trequartista Riccardo Montolivo, talento purissimo della Nazionale Under 21, reduce da una tormentata stagione condita da troppe panchine a Firenze, dopo aver mostrato meraviglie a Bergamo.

Per quanto riguarda le comproprietà, appare scontato che Alessandro Rosina sia destinato a restare a Torino, mentre la cessione di Emiliano Bonazzoli è meno scontata del previsto, dal momento che dopo il ritorno di Corradi al Valencia per fine prestito, il nodo della prima punta resta da sciogliere. Buone notizie infine per Damiano Ferronetti per il quale Roma e Parma si sarebbero ormai accordate per il rinnovo della comproprietà, il giocatore dunque dovrebbe vestire la maglia crociata anche l’anno prossimo.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: