Pescara, Zeman: "Dimissioni dopo Cesena? No, l'avevo fatto a settembre"

Oggi Zdenek Zeman ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Novara, in programma domani in posticipo alle ore 17:30. Il Pescara in questa prima parte di campionato non sta avendo il rendimento sperato dalla società. Nelle ultime 8 partite i ragazzi di Zeman sono riusciti a mettere insieme appena 5 punti, decisamente pochi per una formazione che ambisce alla promozione in Serie A. Dopo il KO di sabato scorso a Cesena sono circolate delle indiscrezioni riguardanti Zeman: le sue presunte dimissioni rifiutate dalla società.

Sebastiani - nel video in alto - ha respinto questa ricostruzione, aggiungendo anzi che non gli verrebbe mai in mente di cercare di convincere un tecnico pronto ad andarsene. Il suo allenatore, però, l'ha parzialmente smentito in conferenza stampa, confermando di non essersi dimesso dopo la partita con il Cesena ma di averlo fatto ad inizio settembre a causa di un calciomercato insoddisfacente. In questa circostanza, secondo il racconto di Zeman, fu proprio il Presidente Sebastiani a convincerlo a restare in panchina: "Non mi sono dimesso dopo Cesena, ma l'ho fatto il primo settembre, dopo il mercato. Ero arrivato a marzo con altri progetti, c'era una rosa di 42 giocatori ed era difficile, se non impossibile, lavorarci. Avevo fatto una lista di giocatori da tenere e cedere ma non si è fatto nulla".

Con il Presidente Sebastiani, da tempo, non ci sarebbe il giusto feeling: "Abbiamo chiarito la situazione e ho pensato a lavorare ma a gennaio chiederò nuovamente di sfoltire la rosa e di trovare qualche rinforzo. Con il presidente Sebastiani sto benissimo a cena a tavola, ma abbiamo punti di vista diversi sul calcio, lo vediamo in maniera completamente opposta. A questo gruppo manca fame di vittorie, qui vorrebbero un allenatore amico, non hanno capito che io sono qui per lavorare".

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO