Torneo di Viareggio: sasso contro un calciatore Primavera dell'Empoli

torneo viareggio fiorentina empoli

Viareggio Cup - È già finito l’effetto dell’addio a Davide Astori: succede di tutto al termine del derby tra Empoli e Fiorentina al Torneo internazionale di Viareggio, al quale partecipano le formazioni Primavera. Alla fine della gara, i tifosi viola se la sono presa contro i giovani calciatori empolesi e si è scatenato il putiferio. La partita, per la cronaca, era terminata con la vittoria della Fiorentina sull’Empoli per 3-2, ma proprio durante i festeggiamenti si è sfiorata la tragedia.

Già durante la partita i supporters viola si erano distinti per diversi gesti antisportivi, con il lancio di bottiglie di vetro all’indirizzo della panchina dell’Empoli, allenato dall’ex fantasista Lamberto Zauli. A fine gara, poi ci sono stati anche insulti razzisti, ai quali l’empolese Traorè ha reagito, scatenando ulteriore rabbia da parte dei supporters della Fiorentina. Gli ultrà viola hanno tentato di forzare uno dei cancelli di accesso al terreno di gioco del Turri di Scandicci e al contempo hanno iniziato a lanciare pietre in campo, una delle quali ha colpito il 18enne Alessio Gianneschi, che se l’è cavata con una ferita sotto l’occhio destro e tanta paura.

Empoli: "Addio Viareggio Cup"

L’Empoli, per bocca del direttore generale, Andrea Butti, ha annunciato che il club toscano non parteciperà più al Torneo di Viareggio. La Fiorentina, cui è stata comminata solo una multa da 3.000 euro, invece, ha preso le distanze con una nota ufficiale da quanto accaduto al Turri:

"ACF Fiorentina - si legge sul sito del club viola - prende le distanze da quanto accaduto oggi in occasione della gara Empoli-Fiorentina del Torneo di Viareggio ed esprime la propria condanna verso qualsiasi forma di condotta violenta".

Una pessima pagina per il calcio italiano, a pochi giorni dal decesso di Davide Astori, che sembrava potesse dare un segnale forte di distensione a tutto il movimento.

  • shares
  • Mail