Zidane a sorpresa: "Lascio il Real Madrid"

Da gennaio 2016 a maggio 2018 ha vinto tre Champions League consecutive.

Se non fosse bastato il bizzarro discorso di Cristiano Ronaldo al termine della finale di Champions League vinta contro il Liverpool a mettere in allarme i tifosi del Real Madrid, arriva ora una notizia ufficiale e sorprendente: l'allenatore Zinedine Zidane lascia le merengues. Oggi, in conferenza stampa, l'ex numero 10 dimostratosi un fuoriclasse anche in panchina, ha annunciato:

"È il momento. Non è una decisione presa al volo, è stata meditata e per me è la cosa giusta, anche se immagino che tanti non la pensino come me. Dopo tre anni il Madrid per continuare a vincere ha bisogno di un cambio, di un'altra metodologia di lavoro, di un altro discorso. Sento che sarà difficile continuare a trionfare, e siccome sono un vincente me ne vado. Non ho mai accusato nessuno, se vedo che le cose non vanno sono io ad andarmene"

Poi ha aggiunto:

"Questo non è un addio ma un arrivederci. Questo è il club della mia vita e io resterò sempre vicino, nei paraggi. I rapporti restano, il mio non è un addio definitivo. No, non cerco un'altra squadra, non voglio allenare. E non sono nemmeno stanco: alleno da tre anni non ho certo perso le forze. Però questo era il momento di andarsene. Nulla di più"

Alla conferenza si è presentato anche il Presidente Florentino Pérez, che ha commentato:

"Dopo aver vinto una Champions League è una decisione inaspettata, ma possiamo solo rispettarla. Ha avuto un grande impatto su di me quando me lo ha comunicato. Mi sarebbe piaciuto convincerlo, ma so come sta. Voglio ringraziarlo per la sua dedizione, il suo amore e tutto ciò che ha fatto per il Real Madrid in questi anni. Non è un addio, questo è un arrivederci a presto, ma se ha bisogno di una pausa se la merita anche lui"

Zidane è arrivato sulla panchina del Real il 4 gennaio 2016, prendendo il posto di Rafa Benitez e ha vinto nove titoli su 13. Tre di quei nove titoli sono le Champions League consecutive, l'ultima conquistata proprio sabato scorso a Kiev contro il Liverpool.

Pérez non ha voluto rispondere a domande sul successore di Zidane, anche perché l'inattesa comunicazione da parte di Zizou è arrivata solo ieri e non ha ancora avuto il tempo di riflettere. Il francese, invece, rispondendo alle domande, ha spiegato che sulla sua decisione, maturata già da tempo, non hanno influito le parole di Cristiano Ronaldo dopo la finale, né i "mal di pancia" di Bale. Ora l'impresa di gestire tutte quelle primedonne spetterà a qualcun altro e certamente la successione sulla panchina dei Blancos sarà uno degli argomenti principali dei prossimi giorni.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO