Moggi: "Ronaldo ha già firmato e fatto le visite. Nel 2002 lo stavo per portare alla Juve"

Le visite mediche si sarebbero svolte a Monaco di Baviera.

Moggi su Cristiano Ronaldo alla Juventus

Proprio come se fosse un oracolo, Luciano Moggi è stato ripreso dalla stampa sportiva di tutto il mondo: l'ex direttore generale della Juventus ieri sera ha scritto un tweet sul caso più caldo di questo calciomercato 2018 e le sue parole sono state riportate sui siti web del globo intero.

Moggi ha scritto: "Secondo me ha già firmato e fatto le visite a Monaco di Baviera" usando l'hashtag #CR7 e dunque con riferimento a Cristiano Ronaldo. Anche se non cita la Juventus, sembra evidente il riferimento al club bianconero di cui era dirigente.

Come se non bastasse, a chiarire ogni dubbio, Luciano Moggi ha rilasciato una dichiarazione a Tele7Gold dicendo che pensa che CR7 abbia già firmato e fatto le visite perché le notizie gli arrivano da "persone importanti". Inoltre ha ricordato di essere stato vicino a portare Cristiano alla Juve già nel 2002, quando aveva solo 18 anni, e offrì 5 milioni più Marcelo Salas, ma il cileno si rifiutò di firmare per lo Sporting Lisbona e così saltò tutto.

Lo stesso Moggi ieri ha fatto parlare di sé per alcune sue dichiarazioni sul caso CR7-Juve. A Radio1Sport, infatti, l'ex Dg ha detto:

"Credo che a questo punto Cristiano Ronaldo potrebbe arrivare alla Juventus. Lui è un’azienda. Può essere considerato la più grande azienda di pubblicità del mondo dal punto di vista sportivo. Il punto interrogativo resta l’età. È difficile che si possa pensare di rinforzare la squadra con un giocatore di 34 anni. Io ho venduto Zidane al Real Madrid ma aveva 30 anni e giocò ancora per 5 anni a grandi livelli"

E per quanto riguarda l'età "avanzata" del Pallone d'Oro, Moggi ha anche detto:

"Si può fare un tentativo di vincere la Champions League per una stagione, ma non si può credere possa durare di più. Andando avanti con gli anni diminuiscono la forza fisica e la carica agonistica. Cristiano Ronaldo dal punto di vista tecnico è il non plus ultra ma quando manca la reattività che può dare l’età avanzata, diventano problematici anche i pensieri sul campo. Perché il giocatore deve pensare prima di fare"

Moggi avrà azzeccato anche questa volta?

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail