Milan: Strinic costretto a fermarsi per un problema cardiaco

strinic milan

Il Milan perde, almeno per ora, Ivan Strinic: il terzino sinistro croato, tesserato a parametro zero dopo le esperienze al Napoli e alla Sampdoria, è costretto a fermarsi per un problema di natura cardiaca. Lo annuncia il club rossonero con una nota ufficiale che recita quanto segue: "AC Milan comunica che durante gli accertamenti di routine semestrali - si legge nel comunicato - , previsti in Italia per gli atleti professionisti, è stato riscontrato che Ivan Strinic soffre di una iniziale ipertrofia del muscolo cardiaco meritevole di ulteriori approfondimenti da eseguire dopo un periodo di riposo. Per questa ragione il giocatore dovrà sospendere temporaneamente l'attività sportiva agonistica fino al completamento degli esami".

Si spiega sostanzialmente così l’acquisto in extremis di Diego Laxalt, che il Milan ha acquistato dal Genoa nonostante avesse in rosa già due elementi nel ruolo di terzino sinistro, ossia lo stesso Strinic e Rodriguez. Il nazionale croato, reduce da un buon Mondiale di Russia, era arrivato in Italia nel 2015 quando il Napoli lo rilevò dal Dnipro. Lo scorso anno ha giocato in prestito alla Sampdoria e il Milan ha approfittato del contratto in scadenza per tesserarlo gratis. Il giorno della sua presentazione milanese, Strinic aveva ammesso di essere fermo, ma per un infortunio muscolare: "Ho qualche problema con un tendine, ma tra una settimana sarò al 100% a disposizione di Gattuso", aveva spiegato.

Non è ancora chiaro per quanto tempo il 31enne esterno sinistro dovrà stare lontano dai campi di gioco, ma considerata la tipologia del problema di salute, lo staff medico del Milan ci andrà con i piedi di piombo prima di dare l’ok alla ripresa dell’attività agonistica.

  • shares
  • +1
  • Mail