Berlusconi e Galliani tornano nel calcio: stanno comprando il Monza

Dopo i record con il Milan, il duo vuole portare il club brianzolo in Serie A

berlusconi galliani

Silvio Berlusconi e Adriano Galliani vogliono rientrare nel calcio dalla porta principale. Il duo che è stato protagonista di tanti successi con il Milan, sta trattando con Nicola Colombo l’acquisto del Monza, club per il quale l’ex ad rossonero ha già lavorato in passato. Secondo quanto riferisce la redazione sportiva Mediaset, la trattativa starebbe andando avanti in maniera spedita, tanto che tutto si potrebbe concludere entro fine novembre. Dopo la fine anticipata dell’avventura di mister Lì al Milan, sembrava che Berlusconi potesse tornare di nuovo in sella al ‘Diavolo’, ma invece il suo progetto sarebbe quello di portare per la prima volta il Monza in Serie A puntando tutto sul made in Italy, ovvero sui giovani dei vivai nostrani.

La famiglia Colombo, secondo gli ultimi rumors, potrebbe rimanere all’interno del club brianzolo ma con quote di minoranza: "Per me sarebbe un grande onore avere come socio il Gruppo Fininvest e Silvio Berlusconi - ha fa sapere l’attuale presidente -. E sarebbe molto importante per la città di Monza e il territorio brianzolo. Il Monza non è mai stato in Serie A e questo potrebbe essere uno stimolo per chiunque, quello di raggiungere un obiettivo mai raggiunto in 106 anni di storia".

Berlusconi punterebbe a fare grande il Monza, ma anche alla riqualificazione della zona intorno allo stadio Brianteo, con un progetto molto simile a quello dello Stadium della Juventus. Possibile un coinvolgimento di Daniele Massaro, che è passato sia attraverso il Milan sia attraverso il Monza. L’ex bomber si dice entusiasta nel caso in cui gli fosse affidato un ruolo all’interno del club lombardo: "Galliani mi ha preso nel Monza quando avevo 13 anni e allora, pur di rimanere lì, a trecento metri da casa, rinunciai alle proposte del Milan, del Lecco e del Como. Mi andò bene, perché con il Monza mi tolsi delle belle soddisfazioni, anche se non riuscii a centrare la Serie A. Devo tutto a Galliani - aggiunge - , lo considero il mio padre calcistico. Se Berlusconi e Adriano mi chiamassero al Monza, sarei a disposizione. Hanno trasformato i miei sogni in realtà, come potrei dimenticarlo?".

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 38 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail