Mourinho: "Bonucci e Chiellini dovrebbero insegnare ad Harvard come si difende"

Il tecnico portoghese parla dopo la sconfitta subita dal suo Manchester per mano della Juventus.

C'è poco di "special one" in José Mourinho dopo la sconfitta casalinga subita dal suo Manchester United ieri sera contro la Juventus in Champions League. Il tecnico portoghese si è presentato in conferenza stampa con un tono più dimesso del solito e ha elogiato gli avversari:

"Dopo il sorteggio sapevamo che sarebbe stata una lotta con il Valencia per il secondo posto. Tra noi e la Juventus c’è un diverso livello di qualità, stabilità e esperienza"

In particolare ha elogiato la difesa bianconera:

"Hanno Bonucci e Chiellini come base della squadra che dovrebbero tenere un corso universitario ad Harvard per come difendono. Sono fantastici, assolutamente fantastici"

Mourinho ha anche abbozzato un alibi:

"Non c’erano Fellaini e Sanchez per cambiare la direzione della partita, cosa che facciamo molte volte"

E in generale si è detto soddisfatto della prestazione della sua squadra:

"Abbiamo avuto una partita difficile due giorni fa, ma oggi ha vinto la squadra migliore con più qualità. Abbiamo giocato con un cuore grande, è stata una partita positiva"

Ieri sera, nei minuti finali della partita, Mourinho ha risposto ai cori dei tifosi juventini ricordando con la mano il Triplete conquistato con l'Inter, poi ai giornalisti ha detto:

"Era la risposta ovvia, ovviamente loro non sono innamorati di me, il momento più duro per loro è stato il nostro Triplete. Ma i giocatori, lo staff e Agnelli sono tutti super educati, c’è rispetto totale"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail