Nasce il Parma fantasia...

Mourad MeghniGasbarroni – Meghni – Montolivo. Questo è il trio delle meraviglie che Pioli vorrebbe avere per dare fantasia e qualità al centrocampo gialloblù della prossima stagione. Tre giocatori destinati a diventare croce e delizia di allenatore e tifosi ma comunque garanzia di divertimento per l’esigente pubblico del Tardini.
Ognuno di loro si trova a una distanza diversa dalla maglia gialloblù. Il più vicino è sicuramente Andrea Gasbarroni, inserito insieme a Biava nell’affare Fabio Simplicio con il benestare della Juventus: c’è il benestare del giocatore e quello delle società, probabile che la firma di Simplicio coincida con quella della talentuosa ala.
Riccardo Montolivo ha fatto un ulteriore passettino verso Parma, ma rimane ancora un po’ distante: la Fiorentina infatti ha riscattato lui e Brivio dall’Atalanta e lo può gestire autonomamente. Tuttavia Prandelli crede molto in lui e non se ne vorrebbe privare anche perché il futuro di Fiore è piuttosto incerto. Di certo c’è che il Parma lo prenderebbe anche in prestito per un anno e a quel punto alla Fiorentina converrebbe consentirgli di giocare, soprattutto in caso di pesanti penalizzazioni (retrocessione?) a causa dello scandalo intercettazioni.

Mourad Meghni a Parma verrebbe di corsa: Pioli è il tecnico con cui il folletto di origini maghrebine ha vinto un campionato Allievi cinque anni fa a Bologna. Proprio a Bologna tornerà per fine prestito dopo una stagione bruttina in Francia col Sochaux. Facile che se il Bologna non dovesse essere ripescato in A, manderebbe volentieri il francesino alla corte di Pioli per completarne la maturazione.
Se così si completasse il trio di trequartisti, resterebbe il nodo del centravanti e a questo proposito la strategia del Parma è piuttosto confusa: l’inseguimento a un buon giocatore ma non certo un bomber come Vitalij Kutuzov non avrebbe molto senso, soprattutto se parte della contropartita fosse la metà di Emiliano Bonazzoli, giocatore perfetto per la sostituzione di Corradi al quale assomiglia per prestanza fisica e agonismo e rispetto al quale ha un numero di gol in canna decisamente superiore. Avendo già mezzo centravanti in casa, perché affidarsi a strani giri di punte per averne un altro?

Sempre nel reparto avanzato, l’arrivo dei tre nuovi trequartisti potrebbe liberare non solo Mark Bresciano (anche se non è detto che all’australiano venga proposto un rinnovo al termine del Mondiale), ma anche Domenico Morfeo (richieste da Cagliari per lui) e soprattutto Andrea Pisanu. L’attaccante sardo è restio ad accettare il rinnovo fino al 2011 e avendo il contratto in scadenza tra un anno potrebbe essere ceduto anche perché il mercato non gli manca.
Sarebbe un ulteriore sacrificio dopo la perdita di Paolo Cannavaro (ufficializzato il suo quinquennale con il Napoli), ma in perfetta linea con la strategia di rafforzamento a costo (quasi) zero che deve necessariamente guidare Angiolini e Zamagna in questo strano mercato 2006.

  • shares
  • +1
  • Mail