Coppa Italia: questa sera Milan-Lazio. In palio qualificazione e ambizioni

Ottavi di Finale Coppa Italia: Milan-Lazio

Questa sera il Meazza di Milano ospita il quarto incontro degli Ottavi di Finale di Coppa Italia in partita unica, come consuetudine di questa edizione della manifestazione: Milan-Lazio, sfida tra grandi decadute nel caso dei capitolini, in decadimento a detta di molti, nel caso dei rossoneri.

Come sempre la Coppa della Coccarda non presenta un grande appeal ma in questo caso sono diversi gli spunti di interesse. La partita secca dovrebbe garantire meno tatticismi e un turn-over meno esasperato con la Lazio ridimensionata dopo la partenza sprint in campionato ed un Milan reduce dalla batosta di Palermo che lascia molte più perplessità della sconfitta in sé.

Ancelotti è consapevole che il cappotto di domenica è un campanello d'allarme. E' vero che dopo undici risultati utili consecutivi in campionato (che diventano sedici contando l'Uefa) una sconfitta ci può stare, ma i sei punti di ritardo dalla capolista che per giunta, ha avuto un calendario più difficile, lasciano più di un dubbio sulle pretese di vittoria finale dei meneghini.

"E' un'occasione di riscatto, di ripresa immediata per quella che deve essere la nostra stagione. La Lazio interpreterà la partita nella nostra stessa maniera, sta attraversando un momento difficile e cercherà di sfruttare l'occasione. E' un bene che ci sia questa partita subito, per dimenticare Palermo in fretta. La Lazio ha qualità, è un po' che non vince e ha perso un po' di forza ma domani sera si rivelerà temibile. Adesso è questo il nostro pensiero, la Lazio. Palermo per noi è un episodio, il passato è passato, guardiamo avanti."



Ecco perchè una volta tanto, la Coppa Italia non è vista in via Turati come un peso, un fastidioso impegno infrasettimanale che succhia energie preziose per traguardi più importanti. Il Milan si gioca credibilità, tanto più che in caso di passaggio del turno, giocherebbe il Quarto di Finale, ancora in partita unica, in casa.

Formazione rimaneggiata ma competitiva, almeno sulla carta, per i rossoneri che hanno già affrontato la Lazio a S. Siro, alla terza giornata di campionato, dove si imposero con uno spettacolare 4-1 scacciacrisi dopo due sconfitte consecutive, contro i biancocelesti allora capoclassifica:


"Domani sera nessuno è certo di riposare. I giocatori che scenderanno sicuramente in campo sono Dida, Antonini, Senderos, Kaladze, Favalli, Emerson e Shevchenko."

Partita che si prospetta interessante anche grazie alla formazione romana che, al contrario degli avversari, la Coppa Italia non l'ha mai snobbata. Questo il Delio Rossi-pensiero:


«Alla Coppa Italia teniamo molto, anche perché è una strada per arrivare in Europa. Cambierò qualcosa, giocherà Muslera e può essere arrivato il momento di Diakitè. Pandev sta bene. Che loro facciano o no turn over cambia poco. Che non giochi Kakà ma Inzaghi, Shevchenko o uno dei tanti grandi giocatori che hanno non fa differenza».

Questi i precedenti più recenti nella Coppa nazionale:

1997-98 (Finale) Milan-Lazio 1-0 1-3;
1998-99 (Ottavi) Lazio-Milan 3-1 1-1;
2001-02 (Quarti) Milan-Lazio 2-1 3-2;
2003-04 Milan-Lazio 1-2 0-4.

In questo turno di Coppa si sono già giocate lo scorso 12 novembre:

Napoli - Salernitana 3-1
Udinese - Reggina 8-7 rig. (0-0)
Sampdoria - Empoli 2-1

Da disputare:

17/12/2008 Roma - Bologna
17/12/2008 Fiorentina - Torino
13/01/2009 Inter - Genoa
14/01/2009 Juventus - Catania

  • shares
  • +1
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: