Ezequiel Lavezzi vittima di "Scherzi a parte"



Ezequiel Lavezzi (Fotogallery) ieri è stato vittima di uno scherzo da parte della nota trasmissione "Scherzi a parte". Non è la prima volta che un calciatore venga coinvolto, prima dell'argentino la stessa sorte era toccata a gente come Fabio Cannavaro, Rino Gattuso e addirittura a Diego Armando Maradona di cui "el pocho" sta raccogliendo l'eredità. A fare da complice agli autori del programma tv ci ha pensato il capitano del Napoli, Paolo Cannavaro.

Il difensore con una scusa ha chiesto all'argentino di accompagnarlo in un negozio di sanitari. All'uscita la brutta sorpresa per Lavezzi: un grande manifesto pubblicitario di quelli itineranti che lo ritrae a calzoncini abbassati, comodamente seduto su un water, impegnato in un atto molto intimo. La frase sul cartellone recita: "Per noi napoletani una buona "TAZZA"... non è solo quella del caffè".

Il calciatore ovviamente si è arrabbiato non poco per questo sfruttamento della sua immagine a sua insaputa, senza considerare che il prodotto pubblicizzato non era poi tra i più nobili, ha chiesto, giustamente, spiegazioni. Come succede di solito tutto si è concluso con un risata generale quando gli hanno spiegato di essere vittima di uno scherzo organizzato da una trasmissione televisiva. Le immagini le potremo vedere non appena la trasmissione andrà in onda e cioè nel prossimo gennaio.

  • shares
  • +1
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: