Le stelle del Napoli e il problema del rinnovo dei contratti



Da quando Aurelio De Laurentiis ha preso in mano le redini del Napoli, la squadra ha mostrato una crescita costante tanto nei risultati quanto nelle ambizioni. In questi anni di gestione la società partenopea, partendo dalla C, è arrivata nell'élite del calcio tricolore centrando addirittura il ritorno in Europa. Questi successi sono giunti grazie soprattutto all'abilità della dirigenza nel cercare nuovi talenti e così gente come Marek Hamsik (Fotogallery) e Ezequiel Lavezzi (Fotogallery) si sono trasformati da giovani di belle speranze in campioni desiderati e inseguiti da mezza Europa.

Napoli è una città che con il suo amore smodato riesce ad entrare nel cuore dei suoi beniamini e infatti molti di loro hanno giurato eterna fedeltà alla maglia azzurra, ma nel calcio oltre all'aspetto meramente tecnico e emozionale c'è da tenere conto anche del fattore economico.
In questi giorni è in corso una vera e propria battaglia tra la società e gli agenti dei giocatori più rappresentativi. De Laurentiis non vuole farsi schiacciare dal gioco al rialzo tanto tipico del calcio moderno e ha detto a chiare lettere: "Chi sta con me, bene, se no vadano anche in Inghilterra. Di giocatori così ne trovo altri dieci". E con una battuta ha voluto anche spiegare il rapporto che esiste con i calciatori: "De Sica resta con me a vita, Lavezzi fino al 2013 poi si vedrà".

Ma andiamo ad analizzare la situazione caso per caso, i rinnovi più spinosi ovviamente riguardano i quattro giocatori più importanti e cioè Lavezzi, Hamsik, Gargano e Denis. Il "pocho" attualmente guadagna poco più di un milione netto a stagione e il suo agente, l'avvocato argentino Eduardo Rossetto, ha fatto capire che il Napoli dovrà in qualche modo scucire qualche euro in più, il giocatore ha dimostrato il suo valore ed è giusto che venga pagato quanto merita altrimenti un po' di società inglesi sono pronte a farsi avanti.

Anche Denis è molto seguito all'estero e per lui si parla di un interessamento da parte del Real Madrid e, anche per lui, a parlare è stato il suo agente. Il discorso è analogo per Hamsik, c'è sempre il ricco calcio inglese dietro l'angolo, e Gargano che spinge invece per un ritocco al suo ingaggio visto che attualmente guadagna "soltanto" 500 mila euro. Un altro tasto delicato in merito a questa questione riguarda poi i diritti di sfruttamento dell'immagine. I giocatori del Napoli al momento della firma del contratto hanno concesso alla società ogni diritto, clausola che in pratica gli vieta di guadagnare soldi extra grazie a qualche sponsorizzazione, anche su questa questione ci sarà da dibattere e non poco.

De Laurentiis fa bene a restare fermo sulle sue posizioni ma deve stare comunque attento poiché le nuove norme UEFA permettono ai tesserati di rescindere dopo tre anni di contratto e il costo per lo svincolo si calcola in base agli ingaggi. In questo caso, mantenendo i salari così bassi, il rischio di vedersi soffiare giocatori di grande valore ad un prezzo molto più basso di quello reale è altissimo.

  • shares
  • +1
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: