Chiellini: "Prima della sosta 9 punti". La Juve parte per Lecce per fare bottino pieno


Sarà Nicola Pierpaoli di Firenze a dirigere la 13esima sfida ufficiale in quel di Lecce tra salentini e Juventus: sette le vittorie bianconere al Via del Mare (l'ultima delle quali in Serie B con un netto 1-3), due i pareggi (ricordiamo l'1-1 sotto Natale nel 2003 con gol di Konan e Trezeguet) e due vittorie giallorosse (Lima e Conticchio nel 2-0 del settembre 1999, Moriero e Pasculli nell'89 per l'altro 2-0 riportato dagli almanacchi). Quest'anno il Lecce è una squadra che non riesce a vincere con facilità, gli ultimi 3 punti li ha conquistati più di due mesi fa contro il Cagliari, ma di contro è un osso duro da battere (e il Milan ne sa qualcosa); d'altra parte la Juve, a differenza dell'anno scorso, non vuole perdere punti con le cosiddette piccole.

"Mancano tre partite alla sosta, dobbiamo dare tutto e portare a casa i nove punti in palio. Non sarà però facile perchè abbiamo due trasferte insidiose e la gara interna con il Milan: un incontro da tripla che fa storia a sé" ha detto Giorgio Chiellini che insieme alla sua Juve punta al filotto di vittorie contro Lecce, Milan e Atalanta. Tra le fila bianconere si rivede Zanetti, convocato per la prima volta quest'anno e comodamente seduto in panchina, una bella notizia per i tifosi della Juve, un po' meno per i patiti delle statistiche: l'ultima partita di Zanetti con la maglia della Juve risale allo scorso maggio quando i bianconeri persero 1-0 a Siena, con Beretta in panchina.

Non ci sarà probabilmente, non dal primo minuto, Sebastian Giovinco che continua a dichiarare amore incondizionato alla Juve: "Anche se non sono molto impiegato non ho la minima intenzione di andarmene. La Juventus è la società più importante del mondo e per me essere qui è il massimo. Sono di Torino, sono cresciuto qui e arrivare ad indossare la maglia della prima squadra è un sogno che si è realizzato. Sono giovane, ho molto da imparare e qui ci sono molti campioni che possono insegnarmi tanto. L'attacco della Juve penso sia il più forte del mondo". Ci sarà dunque Del Piero, autore del gol vittoria proprio al Via del Mare nello 0-1 juventino del 2004: oggi come allora il capitano vuole lasciare il segno, per arrivare subito a 251 gol.

  • shares
  • +1
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: