Ascoli: via anche Chiarenza, ecco Colomba. Salerno: Mutti al posto di Castori


Finisce dopo due soli mesi l'avventura di Vincenzo Chiarenza alla guida dell'Ascoli; dopo le brillanti prestazioni sulla panchina della Primavera della Juve, va malissimo l'esperienza con i bianconeri marchigiani che sotto la sua guida non hanno mai vinto, raccogliendo il misero bottino di 3 punti in 8 gare. Enigmatica la situazione dell'Ascoli, fornito di un'ottima rosa ma ultimo in graduatoria anche, se non soprattutto, per via di una situazione societaria nebulosa (i giocatori non percepiscono gli stipendi da diversi mesi); fatto sta che dopo Di Costanzo e, appunto, Chiarenza, ecco il terzo allenatore in tre mesi e mezzo.

Si tratta di Franco Colomba, da giocatore bandiera di Bologna ed Avellino ma girovago come pochi da quando siede in panchina. In una nota l'Ascoli ha reso ufficiale la cosa: "Valutato l'aggravamento ulteriore della già difficile situazione di classifica della squadra l'Ascoli Calcio 1898 S.p.A ha assunto, con decorrenza immediata, le seguenti decisioni: a) l'affidamento della prima squadra al tecnico allenatore Franco Colomba; b) l'attribuzione delle funzioni di direttore sportivo al sig. Marco Valentini". Prossimo, difficile, impegno dei bianconeri al Del Duca contro la capolista Empoli. E ieri è saltata anche la panchina di Fabrizio Castori della Salernitana.

A nulla è valso il mea culpa di qualche giorno fa dei calciatori granata, che avevano salvato il proprio tecnico accollandosi tutte le responsabilità del momentaccio. In nottata Lombardi ha sciolto ogni dubbio mettendo sotto contratto Bortolo Mutti, che ha firmato fino a giugno con l'opzione di sedere sulla panchina della Salernitana anche l'anno prossimo: "Sono lieto di iniziare una nuova esperienza calcistica e di vita in un ambiente ricco di tradizione quale è quello di Salerno. Della squadra conosco bene Giampà, Fusco e Di Napoli per averli allenati. Questa Salernitana ha bisogno di solidarietà e tranquillità per riprendersi e per raggiungere una salvezza tranquilla" le sue parole.

Fatale a Castori la sconfitta contro il Livorno di Acori, lo stesso allenatore che gli diede il colpo di grazia l'anno passato (una vittoria del Rimini contro il Cesena gli valse l'esonero). Il tecnico bergamasco ha vissuto stagioni felici a Messina, anche se la sua ultima esperienza era stata a Modena. A lui il compito di far vincere una squadra che ha raccolto 2 punti negli ultimi sette incontri, con l'ultima vittoria datata 25 ottobre in casa contro l'Ancona: a mezzogiorno la presentazione, alle 15 il primo allenamento in vista della delicata sfida salvezza contro l'Avellino, un derby al Partenio a cui non potranno assistere i tifosi salernitani.

Sia a Colomba che a Mutti sentiamo di augurare le migliori fortune per il bene di due grandi squadre come Ascoli e Salernitana.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: