Spalletti e il "cagon" del papà di Martinez: "Così attacca l'Inter e danneggia Lautaro"

spalletti cagon lautaro

Luciano Spalletti ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Roma-Inter: il tecnico toscano ha toccato diversi argomenti, ma non poteva sottrarsi all’inevitabile domanda sul tweet al veleno (poi cancellato) da parte del papà di Lautaro Martinez. Il centravanti argentino è rimasto in panchina a Londra nel match di Champions League perso contro il Tottenham, ma già alla lettura delle formazioni ufficiali, il padre di Martinez si è scatenato su Twitter dando letteralmente del “cagon” (fifone) a Spalletti.

"Io parlo con Lautaro - la replica del tecnico oggi in conferenza stampa - : il padre, facendo certe dichiarazioni, attacca l’Inter e danneggia Lautaro rovinando il suo rapporto con i compagni. Per diventare un top player devi essere forte, saper gestire te stesso, ma pure chi ti sta intorno. I grandi club a livello europeo stanno attenti a non avere situazioni imbarazzanti come queste da gestire. Io sono abituato e non do peso a queste cose, però all’interno di un gruppo bisogna parlarne".

Dopo l’ottima prestazione condita da gol nel match di campionato contro il Frosinone, l’attaccante argentino (e i suoi familiari evidentemente) si attendeva una maglia da titolare anche a Wembley, ma così non è stato. Da qui il tweet che ha trovato il favore di tantissimi tifosi dell’Inter, probabilmente per via del risultato negativo maturato sul campo. Fatto sta che Spalletti, con questa sua uscita, conferma una certa insofferenza e invita indirettamente anche la società dell’Inter a prendere dei provvedimenti. Ci sono club che per evitare inconvenienti di questo genere, gestiscono indirettamente o addirittura direttamente gli account dei propri tesserati e vincolano anche i rispettivi familiari.

Quel bisogna parlarne lascia intendere che Spalletti stia chiedendo quantomeno un confronto, se non una resa dei conti, con gli stessi tesserati e la dirigenza, che dovrebbe evitare certi imbarazzi.

  • shares
  • +1
  • Mail