Mutarelli - Bologna: manca solo la firma

L'ultima firma di una lunga controversia tra lui e Claudio Lotito si è materializzata tre giorni fa nel Tribunale del Lavoro di Milano che ha respinto la richiesta di sospensiva avanzata dal presidente della Lazio. E' un prezioso lasciapassare che consente finalmente a Massimo Mutarelli di svincolarsi del tutto dalla vecchia società e di poter riassaporare l'idea di tornare in campo. L'altra firma di ben altro genere, quella che lo legherà presumibilmente al Bologna di Sinisa Mihajolovic, verrà apposta a breve:

"E’ come se fosse finito un incubo, non potete neanche immaginare quanto abbia sofferto in questi mesi. Dire che ora sono felice è poco, non rende del tut­to l’idea di quello che sto provando, e a que­sto punto non vedo l’ora di ricominciare a giocare. E’ vero che il Bologna è una delle squadre che più mi vuole e mi cerca da tempo e non pos­so che ringraziare questa società che mi ha fatto avvertire la sua stima e mi ha anche dato la possibilità di allenarmi nelle ultime settimane".

Il contratto con la società felsinea sarà di durata triennale e, lungaggini burocratiche permettendo, Mutarelli potrebbe esordire già alla ripresa del campionato, precisamente domenica 11 gennaio in Bologna-Chievo, nel caso in cui Mihajlovic lo ritenesse pronto sotto il profilo fisico. Il Bologna depositerà il contratto di Mutarelli il 7 gennaio, giorno di riapertura del calcio mercato. Si infoltisce, così, la colonia di ex laziali nella società emiliana, dopo l'arrivo di Gaby Mudiyngay e di Marco Di Vaio.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: