David Beckham a Dubai sarà blindato come un capo di stato



I giocatori del Milan conosceranno l'effetto Beckham già nei prossimi giorni, quando saranno impegnati nella loro tour asiatico a Dubai. Il calciatore inglese è ormai avvezzo a condurre una vita sotto la luce dei riflettori e a dover rinunciare alla propria privacy, i suoi nuovi compagni però non sono abituati viaggiare scortati come fossero capi di stato. E' quello che accadrà nei prossimi giorni secondo il Daily Star che riporta le preoccupazioni di un agente dell'MI6, i servizi segreti britannici.

Nei giorni di permanenza a Dubai il giocatore dovrà fare molte uscite pubbliche come allenamenti, incontri con i tifosi fino ad arrivare alla partita del 6 gennaio contro l'Amburgo, per questo motivo sarà richiesta una forte attività di sorveglianza. David Beckham è un cittadino inglese oltre che un simbolo della cultura occidentale, queste caratteristiche fanno di lui un obiettivo sensibile per i terroristi islamici. I servizi segreti spesso sono chiamati ad operazioni di questo tipo ma in questo caso tutto è molto più complicato.

Sono proprio le uscite pubbliche a non far dormire sonni tranquilli agli 007 della regina che per l'occasione hanno programmato misure di sicurezza rigidissime. Tutti i tifosi che assisteranno agli allenamenti e alla partita dovranno subire un controllo simile a quello previsto negli aeroporti, le strade attraversate dal pullman rossonero verranno chiuse al traffico e il giocatore sarà marcato a uomo dalle sue guardie del corpo 24 ore su 24.

E blindatissimo sarà anche l'Atlantis Hotel dove l'inglese trascorrerà il suo capodanno in compagnia della moglie Victoria e dei tre figli Brooklyn, Romeo e Cruz. La famiglia Beckham sarà ospite della coppia Cruise-Holmes che per i festeggiamenti dell'ultimo dell'anno ha riservato un'intera ala della prestigiosa struttura alberghiera.

  • shares
  • +1
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: