Aria nuova a Torino


John Elkann dopo aver manifestato il rammarico per le recenti vicende che hanno visto coinvolta la società bianconera ha dichiarato che ora è il momento di ripartire. Dopo che "calciopoli" ha spazzato via l'intera vecchia dirigenza sono stati quindi annunciati i nuovi nomi che comporranno il consiglio di amministrazione. Non sono mancate le sorprese, prima fra tutte la presenza dell'ex bianconero e campione del mondo Marco Tardelli. Queste ovviamente sono le proposte Ifil, sarà l'assemblea dei soci ad avere poi l'ultima parola.

Vediamo chi sono i nove uomini che comporranno il cda della Juventus. Il nuovo presidente sarà Giovanni Cobolli Gigli, stimato manager nell'orbita Ifil dal 1973. Al suo fianco ci saranno i due presidente onorari Gianpiero Boniperti e Franzo Grande Stevens. Jean Claude Blanc dovrebbe rivestire il ruolo di amministratore delegato. Il resto del consiglio sarà composto da Marco Tardelli, come detto prima, Carlo Sant'Albano, Camillo Venesio, Stefano Bertola, Gian Paolo Montali, Riccardo Montanari e Marzio Saà.
Sia Sant'Albano che Bertola provengono dall'Ifil, la finanziaria degli Agnelli. Montali, lo sappiamo tutti, è l'attuale ct della nazionale di pallavolo.

Marco Tardelli si è detto molto orgoglioso di questa investitura e che lavorerà sodo per far tornare in alto il nome della sua ex squadra.

John Elkann infine ha risposto ai giornalisti che gli chiedevano come mai non c'era nessun Agnelli nella dirigenza. La risposta è stata semplice: la Juve in questo momento ha bisogno di gente preparata che si dedichi al 150% al suo lavoro.

La strada sarà lunga e piena di insidie che potrebbero chiamarsi, ad esempio, serie b o addirittura c, ma la vecchia signora può godere del suo carattere forte oltre che dell'amore incondizionato dei suoi tifosi. Quindi l'augurio di buon lavoro è d'obbligo per tutti i nuovo dirigenti bianconeri.

  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: