Mexes e Menez conivolti in una rissa all'uscita da un locale


I due calciatori della Roma, Philippe Mexes e Jeremy Menez, sono stati protagonisti ieri sera di un diverbio con un gruppo di tifosi laziali. I fatti sono accaduti di fronte ad un noto locale della capitale dove i due erano andati a passare la serata. Tre tifosi della Lazio, riconoscendoli, hanno iniziato ad insultarli, sono volate alcune parole grosse e qualche spintone. La situazione è tornata alla normalità grazie all'intervento dei carabinieri e tutto si è concluso con una stretta di mano.

L'emittente radiofonica romana "Rete Sport" ha riferito in mattinata di un ricovero di Mexes in ospedale per ricevere delle cure in seguito ad un colpo ricevuto dalla fibbia di una cintura. Secondo alcune indiscrezioni nel gruppetto dei tre aggressori era anche presente un pugile che ha partecipato alle ultime olimpiadi di Pechino. Quest'ultima eventualità è però stata prontamente smentita dal Coni dopo una verifica, nessun atleta olimpico era presente sul posto.

Con il passare delle ore si è cercato di minimizzare l'accaduto. Da quanto è possibile leggere dal verbale redatto dalle forze dell'ordine non si è mai arrivati allo scontro e tutto si è concluso pacificamente, inoltre viene specificato che non ci sono stati feriti di nessun tipo. Per pochi secondi si è temuto il peggio ma per fortuna non è successo niente di grave, almeno stando alle ultime ricostruzioni. I due romanisti, comunque, non hanno sporto denuncia nei confronti degli aggressori.

  • shares
  • Mail
31 commenti Aggiorna
Ordina: