Torino: sul sito ufficiale la lista dei torti arbitrali, come promesso da Cairo


È un Urbano Cairo a dir poco seccato quello intervenuto ieri pomeriggio nel corso della trasmissione radiofonica "La Politica nel Pallone". Il presidente del Torino è apparso amareggiato per l'ennesimo errore arbitrale capitato alla sua squadra durante l'ultimo turno di campionato. Anzi a dire il vero contro il Chievo gli errori sono stati addirittura due: il gol clivense da non convalidare e il rigore non assegnato per fallo di Yepes su Stellone. Quello che meno scende giù al patron granata è relativo al gol convalidato ad Italiano, il guardialinee avrebbe dovuto segnalare la posizione di fuorigioco di Pellissier che con il suo posizionamento oscurava la visuale di Sereni.

Errore doppiamente grave perché commesso dallo stesso assistente di linea che annullò in circostanze simili un gol a Rubin contro il Cagliari. Cairo prova a ricordare i torti subiti e alla fine gli vengono alla mente ben otto partite, sette in campionato e una in Coppa Italia, in cui la sua squadra è stata danneggiata. È questa una delle cause, anche se non la sola, della difficile classifica del Toro: "Se siamo nella parte bassa della classifica, sicuramente ci sono nostre responsabilità. Ma non si può trascurare che le partite di oggi siano molto equilibrate e spesso decise da un episodio: io sono sportivo e leale, ma 7 partite su 23 sono veramente tante".

Cairo ha spiegato che per rendere evidente a tutti la realtà dei fatti avrebbe potuto anche pubblicare una lista degli errori sul sito ufficiale del Torino. Ci è voluto poco a passare dalle parole ai fatti, così nel giro di poche ore ecco comparire sulle pagine del sito un dettagliato dossier contenente tutte le sviste arbitrali, con tanto di foto e video a corredo. Si va dai gol annullati ai rigori non concessi, una serie di errori che se non fossero stati commessi avrebbero consentito ai granata di disputare una stagione meno tormentata, questa è almeno l'idea che si sono fatti all'ombra della Mole.

Ovviamente, come spesso accade in questi casi, si ha la memoria lunga per i torti subiti, mentre invece magari è un po' più corta quella per i vantaggi ottenuti. Ad esempio, è vero che contro il Palermo fu annullato un gol regolare ad Amoruso, è altrettanto vero però che l'espulsione di Nocerino nel corso del primo tempo fu un po' troppo severa e lasciò i siciliani in inferiorità numerica per più di un tempo. Forse ci vorrebbe un po' di tranquillità in più, ma in un paese come il nostro non sempre è facile ottenerla.

Gli arbitri sbagliano spesso, è vero, ma molto più spesso succede che a seguito di questo tipo di lamentele scatta una sorta di effetto compensazione. Così come è vero il contrario, basti pensare all'infinita sfilza di sviste che hanno colpito la Fiorentina dopo il gol di mano di Gilardino. Sarebbe auspicabile il ritorno ad un clima più disteso, il campionato è ancora lungo e tutte queste polemiche, alla lunga, non gioveranno a nessuno.

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: