Torino: sarà svelata domani l'identità del misterioso acquirente


Mancava poco al Natale quando tre avvocati si misero in contatto con Urbano Cairo per rivelargli che un loro cliente era interessato a rilevare il Torino. Da allora di questo misterioso uomo si è saputo poco, i tre legali hanno messo in chiaro fin dall'inizio che la sua identità sarebbe stata svelata soltanto a metà febbraio, quando l'uomo in persona avrebbe incassato una certa eredità. Di lui si sa soltanto che è un grande tifoso del Torino, nient'altro, a nulla sono servite le mille congetture: Mister X, così è stato battezzato, ha mantenuto l'anonimato.

Dopo mille ipotesi il grande giorno è arrivato, i suoi avvocati hanno fatto sapere che domani l'uomo misterioso svelerà la sua identità e con una conferenza stampa illustrerà anche i suoi progetti per il rilancio del Torino. Cairo che ha confermato i contatti con questo trio di avvocati ha fatto comunque sapere di non essere intenzionato a vendere, anzi il suo scopo è quello di uscire da questo periodo di crisi, in quest'ottica si spiega anche l'arrivo in granata del direttore sportivo Foschi.

Ma questa riluttanza del patron del Toro non sembra impensierire più di tanto il misterioso investitore che attraverso i suoi avvocati ha fatto sapere: "Sappiamo che l'intenzione di Urbano Cairo è quella di non cedere, ma per ora noi proseguiamo per la nostra strada perché questo è il mandato che abbiamo ricevuto. Adesso quello che ci interessa è svelare chi è e quali progetti ha. Tanto per fare chiarezza sul fatto che non c'è alcuna intenzione di destabilizzare niente. Se poi Cairo ha intenzione di non vendere ne prenderemo atto".

In poche parole l'offerta d'acquisto sarà fatta, poi starà all'attuale proprietà decidere se accettarla o meno. In tutto questo è chiaro che anche i tifosi avranno la loro voce in capitolo. Se, ad esempio, dovessero restare colpiti dal progetto di Mister X non è detto che non facciano pressioni su Cairo affinché venda il Torino. In ogni caso l'offerta sarà valida anche in caso di retrocessione del Torino, anche se ovviamente diminuiranno le cifre in gioco. Non resta che aspettare, sperando che tutta questa gran confusione non finisca per deconcentrare Novellino e i suoi ragazzi.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: