Genoa - Fiorentina 3-3: Mutu prende per mano i viola e da solo rimonta il triplo svantaggio


Dopo novanta minuti tiratissimi finisce in pareggio la sfida Champions tra Genoa e Fiorentina. I liguri passano subito con Thiago Motta ma restano in dieci alla mezz'ora per l'espulsione di Biava, nonostante ciò riescono a portarsi sul 3-0. La Fiorentina sembra annientata ma un po' alla volta costruisce una rimonta clamorosa che si compie nei minuti di recupero, protagonista assoluto è Adrian Mutu autore di una tripletta. Un punto per parte che tutto sommato può anche andare bene, malgrado il grosso rimpianto genoano, visto che la Roma è crollata a Bergamo (Fotogallery - Video).

Il Genoa parte con il piede giusto e mostra subito una grande intraprendenza, soltanto dodici minuti bastano ai rossoblu per portarsi in vantaggio con Thiago Motta dopo un buon triangolo con Milito. Alla mezz'ora arriva però l'espulsione di Biava per doppia ammonizione, il difensore butta giù Jovetic lascia i suoi compagni per un'ora in inferiorità numerica. Il Genoa potrebbe spaventarsi e invece continua a macinare gioco. Il raddoppio lo mette a segno Palladino al 38° ma il merito è tutto di Mesto, la sua discesa sulla destra è travolgente e riesce a servire il compagno dopo aver saltato tre uomini, facile per l'ex juventino la trasformazione.

Prandelli prova a cambiare qualcosa e cerca di rendere la squadra più aggressiva con l'ingresso di Semioli al posto di Kuzmanovic, ma i viola si sbilanciano e si espongono agli attacchi genoani. Criscito si infila bene in area e Gamberini lo atterra, per l'arbitro Rizzoli è rigore. A trasformarlo poi ci pensa il solito Milito alla sua quattordicesima marcatura stagionale. La Fiorentina è alle corde ma trova il gol che riaccende le speranze grazie ad un rigore guadagnato da Gilardino, Mutu sigla il suo primo gol di giornata.

La squadra di Prandelli ci crede e mette sotto assedio il Genoa, Mutu sfiora il raddoppio di testa. Il bis gli riesce però poco dopo grazie ad una punizione deviata dalla barriera che mette in difficoltà Rubinho e la palla finisce in rete. A questo punto si gioca soltanto in area genoana e il forcing finale premia i viola che riescono ad acciuffare il pareggio, manco a dirlo l'autore della marcatura è Mutu che risolve una mischia creatasi in area. La partita finisce e scoppia la rissa, i genoani sono infuriati con l'arbitro, il gol del pareggio toscano è arrivato infatti qualche secondo dopo la fine dei minuti di recupero.

Tabellino

Genoa-Fiorentina 3-3 (2-0)
MARCATORI: 12' p.t Thiago Motta (G), 38' p.t Palladino (G), 11' s.t Milito (G) su rigore, 15' s.t su rigore, 35' s.t, 49' s.t. Mutu (F)
GENOA: Rubinho; Biava, Ferrari, Bocchetti; Rossi (32' s.t Vanden Borre), Thiago Motta, Juric, Criscito; Mesto (24' st Papastathopoulos), Milito, Palladino (1' s.t Milanetto). All.: Gasperini
FIORENTINA: Frey; Comotto (32' s.t Bonazzoli), Gamberini, Dainelli, Vargas; Kuzmanovic (8' s.t Semioli), Donadel, Montolivo; Jovetic; Gilardino, Mutu (Storari, Zauri, Kroldrup, Pasqual, Gobbi). All.: Prandelli
ARBITRO: Rizzoli di Bologna
NOTE: Ammoniti: Jovetic per simulazione, Juric per proteste, Bonazzoli, Vanden Borre, Donadel per gioco scorretto Espulsi: 30' pt Biava per doppia ammonizione. Recupero: 2' e 3'.




Le migliori foto di Genoa - Fiorentina

















  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: