Inter - Milan 2-1: Derby ai nerazzurri, ma sono tante le polemiche. Scudetto discorso chiuso?



L'Inter supera per 2 a 1 il Milan nel Derby della Madonnina e scaccia all'indietro i rossoneri volando in fuga a +9 sulla Juventus. Partita dai due volti con l'Inter che chiude il primo tempo con un doppio vantaggio, Adriano e Stankovic in goal, ma sulla rete dell'iniziale vantaggio può sfruttare l'interpretazione dell'arbitro Rosetti che ritiene involontario il braccio netto del brasiliano che fa carambolare il pallone in rete. Nella ripresa il Milan sembra alle corde, ma i nerazzurri arretrano il baricentro e Ronaldinho-Pato confezionano la rete che riapre la gara. In chiusura due episodi contestati su Inzaghi, gol annullato per fuorigioco (che c'era) e rigore non concesso per una trattenuta piuttosto netta in area di Chivu. (Foto - Video)

La gara parte nel segno del sostanziale equilibrio, l'Inter è molto compatta con Adriano e Ibrahimovic in avanti, il Milan deve rinunciare a Kakà ma trova un buon Ronaldinho e un Pato strepitoso. Beckham non incide ed è l'uomo che Ancelotti decide di sostituire per inserire Inzaghi nella ripresa quando l'inerzia della gara sembrava nettamente dalla parte dei nerazzurri, l'inglese non era comunque al meglio per una botta. Maldini, al suo ultimo derby, gioca come un leone e sbaglia un decimo di quello che sbaglia il suo compagno di reparto Kaladze, a tratti imbarazzante.

Kakà, dicevamo, non c'è e si sente, Maicon invece gioca nonostante l'infortunio che sembrava doverlo costringere al forfait ed è determinante. Dal suo piede parte un cross stupendo per Adriano che è solo davanti ad Abbiati, ma dopo aver colpito piuttosto male di testa devia il pallone con il braccio facendo finire la sfera in rete. Per Rosetti il tocco è involontario, una decisione molto forte che naturalmente peserà sul bilancio complessivo della gara.

Prima del vantaggio dell'Inter due buone occasioni non sfruttate da Pato e da Stankovic, ma è la rete di Adriano a far pendere la partita dalla parte dei nerazzurri. Il Milan non riesce a far ripartire la sua iniziativa e così le palle lunghe dei centrocampisti nerazzurri con la possibilità della doppia sponda di Ibra e Adriano diventano letali. Al 43esimo lo svedese spizza per l'inserimento di Stankovic che fredda Abbiati sul primo palo. Al riposo i nerazzurri vanno negli spogliatoi con il doppio vantaggio.

Nel secondo tempo il Milan non sembra arrendersi, ma l'Inter è in controllo e diventa sempre più pericolosa in contropiede con Kaladze che colleziona svarioni imbarazzanti. In un'occasione Adriano è impreciso, poi Abbiati si supera per fermarlo dopo una fuga sulla sinistra, il portiere milanista si era già reso protagonista di un grande intervento su Ibrahimovic lanciato proprio da Adriano, complessivamente autore di un'ottima gara.

Quando la gara sembra in ghiaccio un paio di episodi ravvivano la tensione: il Milan reclama per un calcio di rigore su Ambrosini, sul capovolgimento di fronte proprio il centrocampista rossonero stende Maicon rischiando il secondo giallo che lo avrebbe estromesso dalla gara. Subito dopo i rossoneri hanno un lampo grazie a Ronaldinho che serve un bel pallone filtrante a Jankulovski che crossa al centro per Pato, freddo nel battere Julio Cesar. Il giovanissimo Pato è autore di una grande partita, giocata letteralmente a tutto campo, il gol è una soddisfazione meritata.

Il finale si accende, l'Inter arretra il baricentro in maniera preoccupante con Mourinho che nel recupero arriverà a schierare una linea difensiva a 6 (non avete letto male, proprio 6 difensori) e così rischia di farsi raggiungere su alcuni episodi nonostante il Milan non riesca mai ad attaccare in un vero e proprio forcing. Gli episodi fanno imbestialire i tifosi e i giocatori del Milan, in particolare due: un gol splendido annullato (giustamente) per fuorigioco ad Inzaghi ed un contatto in area sempre con il numero 9 milanista protagonista. Chivu lo trattiene, il rigore non sarebbe così generoso.

Rosetti sceglie ancora in direzione Inter e la partita finisce sul 2 a 1, ora lo scudetto è nelle mani dei nerazzurri che possono giocare sul velluto concentrandosi sulla Champions League.


La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1


La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1

La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1
La Galleria Fotografica di Inter - Milan 2-1

  • shares
  • Mail
40 commenti Aggiorna
Ordina: