Sampdoria-Metalist Kharkiv 0-1: gli ucraini giocano un brutto scherzo ai blucerchiati



Non era assolutamente da sottovalutare il Metalist Kharkiv: gli ucraini chiusero il girone eliminatorio senza subire reti e stasera, al Marassi, hanno dimostrato una buona fisicità unita ad un'ottima organizzazione tattica. La Sampdoria, però, ci mette del suo nel facilitare il compito degli avversari e non riesce a cavalcare l'onda positiva della buona prestazione di Torino facendosi imbrigliare già nel primo tempo dalla trappola tesa dagli ucraini.

I doriani si scontrano contro un muro e faticano ad organizzare azioni degne di nota. Non solo: il Metalist Kharkiv non mostra alcun timore reverenziale e non disdegna sortite offensive. E' proprio la squadra dell'Est ad andare vicina al vantaggio con Sliusar che spara alto da favorevolissima posizione. La Sampdoria non si vede e sembra aspettare il fischio dell'arbitro per poter riordinare le idee negli spogliatoi. Ma il fischio non arriva e al terzo minuto di recupero del primo tempo il Metalist Kharkiv passa con un colpo di testa vincente di Oliynyk.

Nella ripresa i liguri sembrano più propositivi. Bellucci reclama inutilmente un calcio di rigore e Mazzari prova a scuotere la squadra inserendo Sammarco e Pieri per Dessena e Franceschini. Ma di occasioni vere e proprie non se ne vedono, anzi sono ancora gli ucraini a sfiorare il goal con il solito Oliynyk. Nel finale un altro rigore reclamato dagli uomini di Mazzarri rende più amara la sconfitta in questa partita di andata.

Il tabellino
SAMPDORIA-METALIST KHARKIV 0-1
MARCATORE: Oliynyk al 48' p.t.
SAMPDORIA (3-5-2): Castellazzi; Stankevicius, Lucchini, Raggi; Padalino, Dessena (13' s.t. Sammarco), Palombo, Franceschini (13' s.t. Pieri), Ziegler (29' s.t. Marilungo); Cassano, Bellucci. (Mirante, Mustacchio, Ferri, Da Costa). All. Mazzarri.
METALIST KHARKIV (4-5-1): Goryainov; Maidana, Obradovic, Gueye, Bordian; Valyayev, Edmar (47' s.t. Gancarczyk), Rykun (44' s.t. Berezovchuk), Oliynyk, Sliusar, Jajà (34' s.t. Devic). (Bazhan, Konyushenko, Barilko, Zeze). All. Markevich.
ARBITRO: Balaj (Rom).
NOTE: serata fredda, terreno in buone condizioni. Spettatori 15.000 circa. Ammoniti: Bordian, Stankevicius, Jajà, Gueye, Oliynyk, Lucchini, Goryainov. Recuperi: 3' p.t. e 4' s.t.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: