Eto'o ha voglia di cambiare aria, questa sarà la sua ultima stagione al Barcellona


Quando Guardiola, l'anno scorso, prese in mano la guida del Barcellona disse espressamente di non aver bisogno di tre calciatori e cioè Ronaldinho, Deco e Eto'o. I primi due sono effettivamente partiti mentre il camerunense, anche se malvolentieri, alla fine è restato in Catalogna. A distanzia di più di un anno nessuno si sognerebbe di mandar via l'attaccante, fin ora è andato a segno 23 volte in altrettante partite giocate e sta essendo una delle stelle più luminose in questa travolgente stagione blaugrana. Non mancano comunque le polemiche con l'allenatore, l'ultima in occasione del secondo gol contro il Betis: Eto'o ha urlato rivolto al tecnico "Te l'avevo detto!", riferendosi alla posizione da tenere in campo diversa da quella richiesta da Guardiola.

Il giocatore però non dimentica il trattamento ricevuto in passato e pare intenzionato a lasciare Barcellona quanto prima. Il suo contratto scade nel 2010, intende rispettarlo ma non ha nessuna intenzione di rinnovarlo. Ovviamente questa situazione ingolosisce molti club europei che combatteranno un'aspra battaglia per aggiudicarsi questo campione di 28 anni. È l'Inghilterra il paese che lo sta corteggiando di più, sulle sue tracce c'è il solito Manchester City ma anche Arsenal e Chelsea, le ultime due destinazioni sarebbero preferite rispetto alla ricca squadra dello sceicco. Ma anche in Italia c'è qualcuno che vorrebbe provare a convincerlo a cambiare maglia e si tratta del Milan.

I rossoneri vorrebbero provare a fare un'altro scherzetto al Barcellona dopo quello dell'anno scorso che ha portato all'acquisto di Ronaldinho. È circolata la voce che ci siano stati già degli incontri preliminari tra la società di Via Turati e il manager dell'attaccante Josep Maria Mesalles, per il momento però non si può andare oltre visto che i regolamenti Fifa vietano qualsiasi trattativa ufficiale fino alla fine dell'anno in corso. Di sicuro l'acquisto del camuruenense sarà uno dei temi più caldi delle prossime sessioni di mercato.

Intanto Eto'o ha affidato il suo pensiero al settimanale francese Sportweek e le sue parole hanno fatto soffrire non poco i tifosi blaugrana: "Restare o no al Barça? Io ho già preso una decisione per il mio futuro, ma ora non posso dire nulla. Non mi piacciono i giocatori che baciano la maglia del proprio club dopo aver segnato, perché non esiteranno nemmeno un secondo a cambiare squadra se il giorno dopo qualcuno gli offre un milione in più. Il club del mio cuore è il Maiorca, il Barcellona è solo il club per cui lavoro attualmente". Ed è proprio sull'isola delle Baleari che il giocatore vorrebbe concludere la sua carriera, ma ad oggi è ancora prematuro parlare di questo argomento.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: