Napoli - Genoa 0-1: Jankovic sbanca il San Paolo, per la squadra di Reja è notte fonda


Nella giornata in cui non si registra neanche un pareggio e vincono le prime sei della classifica, il Genoa di Gasperini non poteva cantare fuori dal coro e al pari delle avversarie nella lotta Champions vince la sua partita espugnando il San Paolo, un tempo fortino difficile da violare ma ultimamente terra relativamente facile di conquista. Il Napoli è in crisi pesta e ora anche Edy Reja non è più così sicuro del suo posto in panchina; l'ultima vittoria risale a un mese mezzo fa contro il Catania e il gioco latita da tanti, troppi turni. Di contro la quarta vittoria esterna per il Grifone è l'ennesima conferma di compattezza e maturità, uno 0-1 d'oro che reca la firma del serbo Jankovic (Fotogallery).

I partenopei non possono fare troppi calcoli, bisogna vincere e per farlo la formazione è quella spumeggiante del girone d'andata con Santacroce in difesa, Blasi a centrocampo, Vitale sulla sinistra a scapito di Datolo, Denis e Lavezzi di punta; i liguri rimangono fedeli al 3-4-3, si rivede Papastathopoulos in difesa, Thiago Motta si prende le chiavi del centrocampo, il trio offensivo vede Mesto e Palladino a coadiuvare Milito. Il primo tempo non è bello, le occasioni sono poche, il Napoli mostra tutti i suoi limiti esacerbati dai fischi del pubblico, un macigno per gli inesperti giocatori azzurri.

Ci prova Denis di testa e Milito da distanza ravvicinata, al temine dei primi 45 minuti il risultato non cambia anche a causa di un terreno di gioco ostico e di una cifra tecnica che non riesce ad esprimersi, imbrigliata com'è la partita a centrocampo. Nella ripresa Gasperini mischia le carte del tridente, inserisce Jankovic e Sculli e s'affida alle giocate di Motta e Milito: Jankovic, Milanetto e il Principe fanno le prove generali del gol, che arriva al 69° quando proprio Thiago Motta serve il serbo Jankovic, abile e freddo a battere Navarro.

Reja suda freddo, spera in Russotto e Pià, neo-entrati che incidono poco. E' anzi Jankovic a sfiorare la doppietta personale, anche perché Gargano e Vitale arrivano alla conclusione, ma lo fanno senza convinzione. Orsato fischia la fine dopo 4 minuti di recupero, il Napoli rimane inchiodato a 35 punti, il Genoa stramaledice Mutu e la Fiorentina che ancora all'ultimo secondo nega ai rossoblu il quarto posto. Ma Preziosi può comunque ritenersi soddisfatto.

Tabellino

NAPOLI-GENOA 0-1 (0-0)
MARCATORE: Jankovic al 24' s.t.
NAPOLI: Navarro; Santacroce (dal 43' s.t. Montervino), Cannavaro, Contini; Maggio (dal 29' s.t. Russotto), Gargano, Blasi, Hamsik, Vitale; Denis (dal 29' s.t. Pià), Lavezzi. (Bucci, Aronica, Pazienza, Datolo). Allenatore: Reja
GENOA: Rubinho; Papastathopoulos, Ferrari, Bocchetti; Rossi, Milanetto, Thiago Motta, Criscito; Mesto (dal 10' s.t. Sculli), Palladino (dal 10' s.t. Jankovic), Milito (dal 46' s.t. Olivera). (Scarpi, Terigi, Vanden Borre, Modesto). Allenatore: Gasperini
ARBITRO: Orsato
NOTE: pomeriggio sereno e ventoso, terreno in buone condizioni, spettatori 40.000 circa. Ammoniti: Cannavaro, Palladino, Pià, Contini. Angoli: 5-3 per il Napoli. Recupero: 1' p.t. 4' s.t.


Le migliori foto di Napoli-Genoa

Le migliori foto di Napoli-Genoa


Le migliori foto di Napoli-Genoa
Le migliori foto di Napoli-Genoa
Le migliori foto di Napoli-Genoa
Le migliori foto di Napoli-Genoa
Le migliori foto di Napoli-Genoa
Le migliori foto di Napoli-Genoa
Le migliori foto di Napoli-Genoa
Le migliori foto di Napoli-Genoa
Le migliori foto di Napoli-Genoa
Le migliori foto di Napoli-Genoa
Le migliori foto di Napoli-Genoa
Le migliori foto di Napoli-Genoa
Le migliori foto di Napoli-Genoa
Le migliori foto di Napoli-Genoa
Le migliori foto di Napoli-Genoa
  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: